venerdì, 23 Ottobre 2020

Su tariffe e qualità si gioca la partita degli hotel palermitani

Al San Paolo Palace riunione con una ventina di albergatori coordinata da sicilia.travelnostop.com

In attesa dei dati ufficiali, gli alberghi di Palermo hanno chiuso il 2011 con dati sostanzialmente positivi per quel che riguarda gli arrivi ma con una diminuzione dei fatturati. E' partito da $questo assunto l'incontro che si è svolto ieri pomeriggio al San Paolo Palace a cui hanno aderito una ventina di albergatori del capoluogo promosso da sicilia.travelnostop.com.
La diminuzione dei fatturati va ovviamente di pari passo con quella delle tariffe, hanno sottolineato i partecipanti, ma è anche vero che c'è anche tanta richiesta di qualità, da parte degli ospiti ma non solo.
Ma se nessuno ha la bacchetta magica per reagire a questo stato di cose, come è stato convenuto da più parti, è però necessario quantomeno immaginare un'alleanza strategica con gli altri soggetti della filiera turistica; investire su delle rinnovate strategie di marketing e praticare una politica tariffaria che, superando le esigenze della singola azienda, punti a trovare un equilibrio tra le esigenze dei consumatori e la capacità di orientare vecchi e nuovi flussi turistici verso la città.
Piovute da più parti, come era facile prevedere, le critiche nei confronti della pubbliche amministrazioni, particolarmente verso quella comunale per la quale unanimi sono stati i giudizi negativi. In questo senso, non si è esclusa la possibilità, in occasione delle ormai prossime elezioni, di appoggiare unitariamente quel candidato che potrà offrire a un addetto ai lavori la poltrona dell'assessore al Turismo.

News Correlate