lunedì, 22 Aprile 2024

Il Garda Trentino da scoprire sulle pagine di BLU

Garda Dolomiti Azienda per il Turismo S.p.A. ha presentato la 2^ edizione di BLU, il progetto editoriale nato per far vivere al meglio la destinazione tra il Garda Trentino, Ledro, Comano, la Valle dei Laghi e, da quest’anno, la Val di Gresta, l’orto biologico del Trentino.

Redatto in tre lingue (italiano, tedesco ed inglese), BLU ha una tiratura di 30.000 copie ed è destinato ai partner premium dell’APT e ai punti info, per far scoprire agli ospiti tutte le sfaccettature del territorio – soprattutto durante le ‘belle stagioni’ – attraverso contenuti dedicati allo sport (Live Outdoors), alla natura e allo stare bene (Breathe Deeply), alla tradizione (Stories and Landscapes) e al gusto (Tasting Tradition).

Il magazine mescola ai contenuti di storytelling quelli di tipo informativo, raccontando in questo modo anche realtà attive nella destinazione che operano con grande professionalità e ad alto livello, come Riva Del Garda Fierecongressi, APPA (Agenzia Provinciale per la Protezione dell’Ambiente) e molte altre.

“BLU rappresenta un grande valore per il nostro territorio, accolto con grande entusiasmo da parte di ospiti e partner. Abbiamo fortemente voluto questo magazine per far conoscere ai nostri ospiti il meraviglioso entroterra che abbiamo, con i suoi prodotti e i suoi luoghi da scoprire: per questo è importante che BLU venga distribuito all’interno delle stanze e dei luoghi con maggior affluenza e che sia tra le prime cose che l’ospite trova – ha commentato il presidente di Garda Dolomiti Azienda per il Turismo S.p.A. Silvio Rigatti – Siamo riusciti nell’obiettivo di presentare la nuova edizione di BLU prima di Pasqua: ci auguriamo che questo sia il primo passo verso un nuovo successo, pari a quello ottenuto lo scorso anno”.

In linea con la direzione presa da APT, anche BLU sposa il tema della sostenibilità, intesa come approccio rispettoso verso il territorio e come valore da condividere tra residenti e ospiti. La stessa introduzione, a cura dell’antropologo Duccio Canestrini, sottolinea come la sostenibilità sia una “cultura del limite”, entro cui rimane tuttavia ampio spazio per (ri)scoprire i luoghi che ci circondano, con uno sguardo più attento e un ritmo più dolce.

Anche per questa edizione, BLU è disponibile solo in forma cartacea ed è composto da 100 pagine stampate su carta riciclata certificata FSC – fornita dall’azienda Fedrigoni S.P.A. di Arco -, con una goffratura personalizzata che identifica subito il magazine.

News Correlate