mercoledì, 8 Dicembre 2021

Fiavet: umbri non rinunciano alle vacanze di Pasqua

Mete preferite? città d’arte e capitali europee per soggiorni più lunghi

Gli umbri non rinunciano alle vacanze di Pasqua: è quanto emerge da un sondaggio effettuato dal sindacato delle agenzie di viaggio Fiavet-Confcommercio nel quale risulta una diminuzione ma non un crollo delle prenotazioni. Le mete di chi ha prenotato tramite agenzia rimangono le città d'arte, con una propensione ad abbinare alla visita ai monumenti la cura del corpo, scegliendo centri termali o strutture ricettive che ospitino centri benessere. Chi supera i confini nazionali si orienta verso un soggiorno di 3-4 giorni in una capitale europea, oppure, in caso di maggiore possibilità di spesa, verso Paesi caldi quali Egitto, Tunisia, Cuba. Le prenotazioni sono quasi esclusivamente individuali e la caratteristica è che quanti vanno in agenzia possiedono un'idea precisa sulla destinazione, derivante soprattutto dall'utilizzo di internet. Il supporto del professionista viene cercato soprattutto per essere certi di non incorrere in brutte sorprese e di avere un punto di riferimento certo.

News Correlate