mercoledì, 24 Febbraio 2021

Meno turisti britannici in Veneto nel 2009

Così Gianni Garatti, presidente Marca Treviso, al Wtm di Londra

Il Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso e il Sistema Turistico Locale Trevigiano hanno partecipato al Wtm di Londra. “Nel 2008 il turismo proveniente dalla Gran Bretagna ha vissuto un periodo positivo con un incremento di 73.348 turisti rispetto ai 70.852 del 2007, ma nell’anno in corso stiamo avvertendo un sensibile calo – ha spiegato Gianni Garatti, presidente Marca Treviso – Con il cambio negativo della moneta europea arrivi e presenze nel Veneto dal Regno Unito diminuiscono rispettivamente del 25 e del 24,6%”. “L’Inghilterra è sempre stato un mercato piuttosto florido per il turismo trevigiano – ha proseguito Garatti – non è stato casuale lo sviluppo del low cost nello scalo Canova. La leggera flessione che stiamo registrando quest’anno, che comunque segna un incremento rispetto ai dati del 2007, è causata principalmente dalla congiuntura economica negativa che ha azzerato la differenza tra euro e sterlina britannica. A questo punto è necessario rilanciare sia i voli low cost promossi da Ryanair al Canova, che conservano prezzi estremamente competitivi, ma anche pacchetti turistici esclusivi a costi calmierati".

News Correlate