Salvatore critica il ridimensionamento delle Pro Loco

Prime contestazioni al Piano Turistico Regionale dal leader dei socialisti

Nascono le prime perplessità sul piano turistico regionale approvato prima delle ferie in Basilicata. “Le polemiche espresse in particolare dalle Pro Loco per le clamorose esclusioni dal riparto dei fondi per gli eventi, sono tutte giustificate e legittime” ha dichiarato a tal proposito il presidente del gruppo regionale Socialista. Donato Paolo Salvatore. “Cancellare in un sol colpo – afferma Salvatore – risorse per iniziative consolidate nel tempo, di grande richiamo turistico e di grande valore culturale, che attirano migliaia e migliaia di presenze, iniziative nella maggior parte dei casi organizzate dalle Pro Loco, associazioni riconosciute e normate dalla Regione, a cui la stessa affida la gestione dei punti di informazione turistica, ne riconosce il ruolo ed il valore insostituibile di presidio turistico sul territorio, ha il sapore di una beffa. Il danno prodotto all’attività delle Pro Loco è incalcolabile e mette a rischio la loro sopravvivenza economica, mortificando tutta la passione e la encomiabile attività di volontariato che ne segna la loro vita. Il ruolo delle Pro Loco ed in particolare quelle delle aree interne ad onta delle dichiarazioni di buona volontà, è di colpo cancellato”. In tal senso, Salvatore chiede un intervento per ridare serenità alle Pro Loco e ripristinare risorse ed attenzioni. “Questo credo possa pretendersi – dice – per evitare che lo facciano le stesse magari ricorrendo al Tar o ad altre clamorose iniziative”.

News Correlate