mercoledì, 21 Febbraio 2024

Focus sulla Terra Santa nell’incontro organizzato dall’Opera Calabrese Pellegrinaggi

Israele ha riaperto al turismo individuale avendo alleggerito le formalità di ingresso in Israele. Sull’onda della rinata fiducia, l’Opera Calabrese Pellegrinaggi con il marchio tecnico di Lakinion Travel ha organizzato un incontro finalizzato alla promozione del pellegrinaggio verso la Terra Santa. Molti gli approfondimenti che sono stati affrontati in un clima di grande amicizia e desiderio di ritornare in Terra Santa.
L’incontro è stato aperto da Monsignor Giuseppe Schillaci, Vescovo di Lamezia Terme, che ha voluto porgere il proprio saluto agli ospiti sottolineando l’importanza, fondamentale per un credente, del ritorno in Terra Santa, dalla quale, “non possiamo stare più lontani”. Monsignor Vincenzo Scaturchio dell’Opera Calabrese Pellegrinaggi ha poi moderato l’incontro organizzando gli interventi degli ospiti.
“Siamo felici di poter partecipare attivamente a questa iniziativa. Il nostro Ufficio sta lavorando con grande impegno a fianco degli operatori per dare un supporto organizzativo e logistico per il ritorno al pellegrinaggio verso la Terra Santa. Israele ha lavorato in questi due anni per fornire servizi sempre più adeguati, aprendo per esempio nuovi hotel ed organizzando un ufficio di prenotazione alla visita dei luoghi santi attraverso il Christian Information Center di Gerusalemme. Siamo pronti ad accogliere i pellegrini in piena sicurezza, grazie anche ad un sistema di prevenzione vaccinale davvero unico al mondo”, ha dichiarato Mariagrazia Falcone, direttore Pr e responsabile del Turismo Religioso dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo a Milano.
Un approfondimento sulle ultimi scoperte archeologiche è stato infatti affidato alla AdAC, Accademia delle Antiche Civiltà, associazione che raccoglie da oltre 10 anni docenti esperti di orientalistica delle maggiori università nazionali ed estere al fine di informare l’utenza sull’offerta sempre più varia anche di un pellegrinaggio che possa realizzarsi in luoghi come i meravigliosi parchi archeologici di Israele, ancora poco conosciuti al grande pubblico. L’intervento dedicato all’archeologia in Israele è stato affidato al dottor Ruggero Pucci, orientalista e membro del Consiglio direttivo dell’AdAC.
Al termine dell’incontro Antonio Viscomi, organizzatore del seminario insieme all’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo e direttore commerciale di Lakinon Travel T.O., ha illustrato le novità dei programmi e dei contenuti proposti verso la Terra Santa, anticpando anche programmi culturali, come quello dedicato ai templari, che ha suscitato grande curiosità ed interesse.
Il saluto di Mons Pancrazio Limina, presidente dell’Opera Calabrese Pellegrinaggi, ha concluso l’incontro che ha visto la partecipazione dei delegati delle diocesi della Calabria.

News Correlate