venerdì, 24 Giugno 2022

Ciclovia dei Parchi, inaugurato nuovo tratto da Campotense a Morano Calabro

La Ciclovia dei Parchi, vincitrice dell’oscar sul cicloturismo del 2021, oggi si arricchisce di un valore aggiunto che ne permette di valorizzare il  contesto ambientale, culturale, paesaggistico: a Campotense, a ridosso  del giardino de La Catasta, è stato inaugurato il nuovo tratto di pista ciclabile realizzata dal Parco nazionale del Pollino, sul tracciato dell’ex strada ferrata che conduce fino a Morano Calabro.
Grazie ai fondi della Regione Calabria altri chilometri di infrastruttura verde sono stati compiuti per valorizzare le aree  interne, rafforzare l’asset del cicloturismo che ormai anche in Calabria  è una solida realtà che affascina tantissimi turisti.


“Per il Pollino è una giornata meravigliosa – ha dichiarato  soddisfatto del risultato raggiunto il presidente dell’Ente parco,  Domenico Pappaterra – e consegniamo ai cicloamatori di tutto il mondo una infrastruttura che attraversa uno  scenario straordinario realizzata con grandissima professionalità e  competenza”.
Lungo i tornanti della ex strada ferrata che collegava Castrovillari a  Lagonegro si compie un progetto di grande valorizzazione del territorio nato dalla collaborazione tra Regione Calabria e l’Ente Parco Nazionale  del Pollino, che ora proseguirà con il nuovo finanziamento, già  stanziato, per portare a compimento un nuovo tratto di ciclovia da Campotenese a Mormanno.
“Ma l’ambizione va oltre – ha aggiunto Pappaterra – Con la nuova  programmazione, i fondi del Pnrr o della Comunità Europa, vogliamo  arrivare con la ciclovia fino ai confini della Basilicata. E poi ancora  da Castrovillari proseguire fino a Civita per godere di borghi ricchi di storia e cultura, carichi di identità, con una natura spettacolare in ogni stagione dell’39;anno, in un territorio dove la enogastronomia è variegata e caratterizzata da tante varietà autoctone e uniche. Alla presenza dei partner europei del progetto Best Med, che focalizza l’attenzione sul turismo del Mediterraneo, è stata presentata l’esperienza della ciclovia del Pollino per poter rappresentare un racconto  positivo di quest’area – ha concluso Pappaterra – che ha saputo dare un grande contributo alla transizione ecologica del nostro Paese grazie a questo progetto che ci auguriamo possa diventare un punto di riferimento per i cicloturisti”.

News Correlate