domenica, 11 Aprile 2021

Sila, arriva la Parchi Card

L’iniziativa del Cts per fare conoscere le aree protette della regione

Il ministro dell’Ambiente, Pecoraro Scanio, e l’assessore regionale al Turismo, Diego Tommasi, lanciano un programma di interventi realizzati insieme al CTS per promuovere il turismo nelle aree protette calabresi. In occasione dell’inaugurazione della sede dell’Ente Parco della Sila, il CTS ha consegnato a Pecoraro Scanio il Passaporto dei Parchi e la Parchi Card, strumenti creati per favorire la conoscenze del sistema delle aree protette della Regione Calabria e per incentivare la visita di queste aree. Le Aree Protette coinvolte nel progetto del CTS e inserite all’interno del Passaporto dei Parchi Calabria sono il Parco Nazionale del Pollino, quello dell’Aspromonte, della Sila, il Parco Regionale delle Serre, la Riserva Naturale del Tarsia, quelle del Crati e l'Area Marina Protetta di Capo Rizzuto. Queste zone costituiscono un patrimonio ancora poco conosciuto dal grande pubblico, ma rappresentano una realtà più autentica, rispetto a quella più nota dei circuiti turistici. Il CTS ha creato questi due importanti strumenti per incentivarne la visita. Dedicato al pubblico giovanile, il Passaporto dei Parchi Calabria, intende promuovere il turismo sostenibile nelle aree protette calabresi, favorendo la conoscenza e la divulgazione del prezioso patrimonio naturale, culturale ed etnografico della regione. La Parchi Card è, invece, una carta di servizi pensata per offrire ai possessori una serie di sconti e agevolazioni durante la visita ai parchi, con l’obiettivo di incentivarne la fruizione.

News Correlate