domenica, 24 Ottobre 2021

Bianchi: ferrovia Sila può essere progetto pilota nazionale

“Un primo passo per avviare un percorso di riqualificazione e valorizzazione della ferrovia della Sila: un progetto pilota che possa fare da modello per le altre ferrovie turistiche individuate nel progetto di legge approvato alla Camera e ora in discussione al Senato. Dobbiamo far tornare a vivere una ferrovia storica che è una eccellenza della Calabria e che rappresenta una opportunità per il rilancio del turismo in chiave sostenibile”.

È quanto ha affermato Dorina Bianchi, sottosegretario al turismo e deputato calabrese del Gruppo Area Popolare, a margine della riunione che si è tenuta al Mibact con Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria; Giuseppe Lo Feudo, dg di Ferrovie della Calabria; Sonia Ferrari, commissario straordinario dell’Ente Parco Nazionale della Sila; Roberto Galati, presidente dell’Associazione Ferrovie in Calabria e i sindaci e di delegati dei comuni calabresi interessati dalla tratta. 

“Abbiamo posto le basi per una lavoro di sinergia e di raccordo – continua il sottosegretario – È emersa la volontà di lavorare a un progetto di rilancio e promozione dell’intera ferrovia e di riqualificazione anche della tratta San Nicola/San Giovanni in Fiore, che attualmente non è operativa. È possibile creare nuove forme di albergo diffuso e realizzare porte di accesso ai vari percorsi del Parco. Diversi sono gli strumenti finanziari a disposizione: dai fondi strutturali al bando Cultura Crea che si rivolge alle micro, piccole e medie imprese dell’industria culturale e creativa delle Regioni del Sud e che si avvale dei fondi del PON 2014-2020 Cultura e sviluppo. Se opportunamente utilizzati, tali strumenti finanziari possono fornire un valido supporto a progetti strategici per il territorio”.  

News Correlate