Promossa a pieni volti la Calabria di ‘Undiscovered Italy Tours’

Si è svolto dal 22 al 25 giugno in Calabria il primo dei 2 fam trip ‘Undiscovered Italy Tours’, ideati e realizzati da Daniela Corti Events con il patrocinio dell’Enit e in collaborazione col TO canadese Susan Barone di Luxury Weddings Worldwide e InStyle Vacations, in programma questo mese.

Ventuno fra wedding e meeting planner nonché giornalisti provenienti da testate generaliste e specializzate sia italiane sia di altre nazioni, Brasile incluso, hanno visitato angoli di una delle regioni più lussureggianti del mondo. Oltre che dall’Enit, questo itinerario è stato patrocinato dalla Cciaa di Vibo Valentia. Altri partner istituzionali sono stati la Città di Soverato e il Comune di Gerace. Partner per i servizi di terra Antoior Travel, Autolinee Federico e Jiji Eventi. Copertura mediatica locale a cura di C TV.

Il tour ha avuto l’obiettivo di mostrare ai partecipanti luoghi e location adatte alla celebrazione di matrimoni o all’organizzazione di eventi a carattere internazionale, oltre che favorire l’incontro personale con le eccellenze locali che operano nel settore in ogni suo ambito, comprese la filiera food & wine e tutti gli aspetti significativi legati al wedding o agli eventi.

Il gruppo ha fatto base al Grand Hotel Parco dei Principi, cinque stelle di Roccella Ionica (RC), e da lì ha subito iniziato le inspection. Per quanto riguarda il tour esplorativo realizzato nella provincia di Vibo Valentia grazie alla compartecipazione della Cciaa (presenti il presidente Nuccio Caffo e il Segretario Generale Bruno Calvetta), sono stati visitati i due principali poli attrattivi di Pizzo,

Vibo Valentia città e marina, e di Tropea e Parghelia. Qui sono state visitate anche alcune strutture di livello superiore al fine di acquisire una prima idea della tipologia di servizio e il livello di qualità presente sul territorio vibonese. Il primo giudizio è positivo e conferma pienamente l’aspettativa sulle ampie possibilità di sviluppare per finalità wedding e events le location di punta di questa provincia del Sud d’Italia.

Il tour sul lato ionico è iniziato dalla cittadina medievale di Gerace (RC), all’interno del Parco nazionale dell’Aspromonte, con un’ampia e panoramica visuale su gran partedel territorio della Locride. Ai piedi di Gerace si trova Casale della Rocca, superba location per matrimoni, con affaccio sull’azzurro dello Ionio.

Altra venue importante è Torre Sant’Antonio, a Santa Caterina dello Ionio (CZ), costruita nel XIII secolo per l’avvistamento delle flottiglie di pirati, oggi location per vacanze e cerimonie.

Dopo un’esperienza mare sulla spiaggia di Marina di Isca, il gruppo ha fatto ritorno a Santa Caterina per un pranzo a base di prodotti biologici del territorio, prima di partire alla volta del borgo medioevale di Badolato, sulle colline a pochi km dal mare. Il paese ha numerosi scorci assai pittoreschi che lo rendono venue insolita e sorprendente per cerimonie e wedding.

Infine, 2 visite importanti: all’Azienda Statti (trecento ettari di oliveto secolare, cento ettari di vigneto, cinquanta di agrumeto e un allevamento di bovini da latte che produce cinquemila litri di latte al giorno, in tutto cinquecento ettari, includendo i seminativi, al centro della piana di Lamezia Terme) e a Villa Ventura (dimora storica immersa nel verde, realizzata sui resti di un fabbricato quattrocentesco e con ampi saloni riccamente arredati con le antiche suppellettili e i mobili di famiglia).

È davvero emozionante osservare come tutte le istituzioni e gli operatori dei territori visitati stiano dando il meglio di se stessi per stimolare la ripresa della domanda turistica, in un esemplare sforzo propositivo che dovrebbe essere d’esempio universale, non solo in Italia e non solo nel turismo.

“La Calabria merita di essere promossa, perché non è conosciuta come meriterebbe per la parte wedding ed eventi. Ha colori stupendi e paesaggi indimenticabili, nonché aree che possono ricordare la bassa Toscana o l’Umbria, per cui, anche grazie al suo patrimonio storico, vale certamente tanto quanto mete più note. Oltretutto è Covid-free, non proprio un dettaglio, ed è una delle ragioni per cui l’ho scelta. Ho riscontrato l’unanime entusiasmo degli ospiti, e sono certa che questo primo Undiscovered Italy Tour del 2020 sarà il trampolino di un bel rilancio turistico, tanto che mi è già stato chiesto di ripetere l’esperienza, con un altro gruppo di professionisti di pari livello e tipologia, ai primi di settembre”, ha detto Daniela Corti. https://danielacortievent.com

News Correlate