mercoledì, 8 aprile 2020

Pompei, a febbraio apre la ‘Domus del Frutteto’, oggi e domani anteprima

La ‘casa del Frutteto’ è stata restituita al pubblico. Oggi e domani, infatti, i visitatori del Parco Archeologico di Pomepi avranno la possibilità di ammirare la Domus appartenuta probabilmente ad un ricco vinaio dell’antica Pompei. L’ ipotesi è emersa quando, durante gli scavi del Maiuri nel 1951, nel giardino della casa furono rinvenute molte anfore destinate a contenere vino. Tra gli utensili della casa, si trovò anche un grande bollitore, che i romani utilizzavano per riscaldare l’acqua da mescolare al vino. I visitatori potranno osservare da vicino i meravigliosi affreschi della Domus mentre i restauratori sono ancora all’opera. L’apertura ufficiale al pubblico è prevista a febbraio.

”La Soprintendenza del Parco archeologico di Pompei propone questa anteprima – ha detto il DG del Parco, Massimo Osanna – che introduce idealmente, grazie al tema dei giardini, l’offerta natalizia, che quest’anno è tutta ‘green’. Ci teniamo a segnalare l’importanza che stiamo dando alla ‘natura’ non solo come ricostruzione paleobotanica delle realtà antiche, ma anche con la ricostruzione di giardini storici, o con la installazione di giardini che vengono impiantati dove non c’erano indicazioni ma si installano nella maniera adeguata a quella antica. In queste vacanze potranno essere visitate Case che avevamo già aperto con giardini rinnovati come quella dell’Ancora e quella degli Amorini dorati. Adesso stiamo lavorando, e dal 23 sarà visitabile, alla Casa di Trittolemo, presto sarà visitabile quella di Marco Lucrezio, e la Casa dell’Efebo con il giardino rinnovato” .

News Correlate