giovedì, 29 Ottobre 2020

‘Capri, Hollywood – The International Film Festival’ con tanti divi e proiezioni

Capri diventa per una settimana l’isola del cinema, con la rassegna “Capri, Hollywood – The International Film Festival”, la presenza di divi e le proiezioni di film da Oscar. Tra gli ospiti: Helen Mirren e il marito regista statunitense Taylor Hackford, premiati con il Legend Award; i registi Stephen Frears, Bille August, Jim Sheridan, Abel Ferrara; gli attori Toby Sebastian, Ksenjia Rappoport, Elsa Zylberstein e tanti protagonisti dello spettacolo italiano. Due le anteprime in programma: ‘Collateral beauty’ (Warner Bros, uscita italiana 4 gennaio) di David Frankel accompagnato dalla Mirren nel curioso ruolo della Morte in un supercast con With Smith, Edward Norton, Kate Winslet; e poi ‘The Comedian’ con Robert de Niro e Danny de Vito, presentata dal regista Hackford (‘Ufficiale e gentiluomo’, ‘L’avvocato del diavolo’).  

“Sono entusiasta e onorato – ha detto il chairman 2016 del festival Barry Morrow, regista e sceneggiatore vincitore di un Oscar per ‘Rain Man’ – considero Capri, Hollywood  uno degli appuntamenti strategici nella corsa agli Awards. Tanta è infatti l’attenzione di Hollywood verso il Golfo di Napoli nel corso delle vacanze di fine anno a pochi giorni dai premi più attesi. E poi Capri è il mito: un sogno che diventa realtà per un americano innamorato dell’Italia e della sua storia”.

Circa 100 le proiezioni tutte gratuite nei cinema dell’isola fino al 2 gennaio e tante anteprime prestigiose da ‘Hacksaw Ridge’ di Mel Gibson a “Assassin’s Creed” di Justin Kurzel. Presidente è quest’anno l’artista israeliana Noa. Tra i primi premi assegnati: film e documentario dell’anno a Fuocoammare di Gianfranco Rosi (ritirerà il medico di Lampedusa Pietro Bartolo) e alla sua produttrice Donatella Palermo. Ricchissima la sezione ‘kid’s’ con l’anteprima italiana di Sing (il 30 dicembre ) di Garth Jennings (Universal Pictures). 

Dal 28 dicembre la Certosa San Giacomo ospita la mostra su Dino de Laurentiis a cui il festival dedica un omaggio che ricorda il legame con l’isola. Per la sezione musicale, che si avvale della supervisione di  Tony Renis e Peppino di Capri, in arrivo Enzo Avitabile,  Carly Paoli e Giovanni Caccamo, Ivana Spagna ed Amedeo Minghi, Clementino, Cristiano De Andrè.  Capri, Hollywood gode del sostegno del Ministero per i Beni e per le Attività Culturali (D.G Cinema), della Regione Campania (assessorato Turismo e Beni Culturali), dell’ICE e della Città di Capri e del Comune di Anacapri.

News Correlate