Caserta si mobilita per salvare la Reggia di Carditello

Il sito borbonico in attesa di essere acquisito dalla Regione

Le associazioni culturali della provincia di Caserta lanciano un appello per la riapertura del Sito Reale Borbonico di San Tammaro e per l'occasione lanciano una mobilitazione per sabato 12 e domenica 13 giugno con l'apertura straordinaria del monumento. Lo scopo è quello di restituire valla fruizione pubblica lo storico sito borbonico che attende dal 2007 di essere acquisito al patrimonio della Regione Campania. Nell'occasione sarà presentato il progetto di restauro e valorizzazione "Salviamo Carditello", promosso dall'Associazione per i Siti Reali e le Residenze Borboniche Onlus in collaborazione con il Consorzio di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno. Il progetto si propone di tutelare e valorizzare il Sito Reale nell'ambito della rete provinciale e regionale dei Siti Reali Borbonici, attraverso un piano di restauro e la realizzazione di un ciclo di eventi ed attività culturali e turistiche, rivolte ad un pubblico del più ampio respiro. Le associazioni vorrebbero anche promuovere una campagna di raccolta fondi per salvaguardare e far conoscere la residenza casertana.

News Correlate