lunedì, 10 Maggio 2021

Pompei, Nistri: Grande Progetto oltre le attese

È partita una sorta di countdown per il Grande Progetto Pompei. Il 31 dicembre 2015 scade il termine per spendere i 105 milioni di euro che l’Ue ha destinato agli scavi di Pompei. Per Giovanni Nistri, dg del Grande Progetto Pompei, l’action plan lo si sta rispettando, anzi si sta andando anche oltre le aspettative indicate dalla tabella di marcia.

“Non posso raccontare fantascienza – spiega Nistri – posso dire quello che stiamo facendo. Il problema è dove siamo oggi”. 

I dati sembrano essere incoraggianti anche se i passi più lunghi da fare saranno quelli dei prossimi mesi. “Abbiamo abbondantemente superato la spesa effettiva prevista dall’action plan che indicava circa 2,3 milioni, abbiamo raggiunto i 4,8 milioni – ha spiegato Nistri insieme al soprintendente Massimo Osanna – Per quanto riguarda la progettazione in corso, se facciamo riferimento solo alle gare definitivamente aggiudicate siamo arrivati a 54 milioni mentre il piano di azione dava come obiettivo i 50 milioni. Nel complesso abbiamo bandito, al lordo dei ribassi che di volta in volta si possono registrare, 96 milioni e mezzo rispetto al budget complessivo di 105 milioni. Resterebbero da bandire otto milioni per arrivare ai 105 milioni, tenendo anche conto di reimpiegare i ribassi che di volta in volta si realizzano”.   

Intanto Pompei piace e sempre di più. Massimo Osanna, soprintendente per i Beni archeologici di Pompei, Ercolano, Stabia, , tira un sospiro per aver superato ‘l’ossessione crolli’. I visitatori sono aumentati del 10% con punte di 20mila in una sola giornata: il che significa circa 21 milioni di euro in cassa.

News Correlate