domenica, 28 Novembre 2021

A Salerno appuntamento con arte, cultura e non solo al Mercato Marchesa

Domenica 19 e lunedì 20 dicembre a Salerno, negli spazi della Stazione Marittima dell’archistar Zaha Hadid, torna ‘Mercato Marchesa’, che per l’occasione ospiterà una selezione unica e originale di oltre 40 espositori provenienti da tutta Italia, tra creativi, designer, collezionisti, artigiani e hobbisti. P
rimo market creativo del Sud Italia, Mercato Marchesa rappresenta un appuntamento imperdibile per chi ama il bello e le novità. Tutto sarà curato nei minimi dettagli per accogliere un pubblico sempre più ampio e trasversale. Per gli intenditori, vintage ed oggetti handmade ricercati e mai banali; per gli esigenti, solo cose belle e introvabili; per i giovani, musica e nuove tendenze; per le famiglie, intrattenimento e benessere grazie ai laboratori creativi per bambini curati dagli stessi artigiani presenti all’evento.
L’atmosfera di questa edizione natalizia sarà particolarmente entusiasmante grazie alle collaborazioni con realtà creative emergenti come Salerno Analogica e giovani designer del digitale. Ma le magie curate dal team dell’associazione Arte & Industria non si fermano qui, molte sorprese aspettano i visitatori che verranno colpiti in tutti i cinque sensi per vivere il sogno di un grande contenitore di arte, creatività, originalità, moda, musica, cibo e divertimento. L’appuntamento è in concomitanza con Luci d’Artista, la manifestazione ormai diventata un vero e proprio brand, capace di attrarre a Salerno migliaia di visitatori da tutta Italia.

“Sulla scia di un trend nazionale e internazionale, il nostro progetto rappresenta la risposta del Sud Italia, tutta made in Campania, al bisogno di far incontrare le persone e di promuovere cultura ed imprenditoria locale indipendente – spiegano le organizzatrici Francesca Matera, Adriana Sannini e Monica Romei – Più che un mercato, è un vero e proprio contenitore di attività inteso come punto di incontro di idee, produzione e fruizione per un vasto pubblico trasversale che sperimenta un’opportunità di aggregazione creativa dove recuperare anche quel rapporto diretto e sempre fertile, tra chi produce e chi acquista. Il nostro progetto è quello di potenziare, di volta in volta, un grande concept store, dove appassionati, collezionisti ed espositori, possano incontrarsi e scambiare esperienze”.

 

News Correlate