TESTMSL

Estate, Alilauro: la crisi colpisce anche il trasporto marittimo

Fino a luglio diminuzione mentre dal 15 agosto ripresa del 5%

Salvatore Lauro, l'armatore dell'Alilauro, traccia un quadro, con riferimento ai collegamenti con Ischia, Capri, Golfo di Napoli, costiera amalfitana e sorrentina, isole Eolie, sull’impatto della crisi nel settore del trasporto marittimo. “Fino a luglio – sottolinea – si è registrato una diminuzione rispetto lo scorso anno con punte fino al 12%. Un incremento di utenti si è avuto nei weekend, con picchi che hanno portato all'attivazione di corse straordinarie. Grossa influenza – spiega – ha avuto il tempo: i picchi di caldo hanno portato dal 15 agosto in poi un incremento fino al 5%”.
Ma l’aumento dei passeggeri non è accompagnato da un miglioramento della stagione caratterizzata dal segno meno. “Hanno tenuto la costiera amalfitana e sorrentina. Capri – dice Lauro – ha avuto alti e bassi, come anche le Pontine e le Eolie, Ischia ha invece avuto un incremento a fine agosto. Le cause naturalmente sono da ricondurre alla crisi, si cerca di risparmiare e la preoccupazione frena gli acquisti”.
Ma Lauro evidenzia anche una situazione ricca di criticità. “Le infrastrutture portuali sono rimaste identiche a 20 anni fa, non c' è stato nessun miglioramento – spiega – nei servizi. Molto bisognerà fare per sperare in una ripresa il prossimo anno – conclude – Altro nodo sono le tasse di sbarco (come quella di Capri) che devono essere decise per tempo, per evitare che gli operatori dirottino poi i clienti su altre rotte, e andrebbero utilizzate per interventi indifferibili sull'ambiente per salvaguardare la sostenibilità turistica delle isole”.

News Correlate