Hotel Royal di Cattolica si trasforma in ospedale: può ospitare 50 persone

A Cattolica è stato aperto il primo albergo in Italia per far fronte all’emergenza coronavirus: la struttura, di proprietà della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi, ha iniziato ad accogliere sia i malati che hanno superato la fase più acuta e che, per ragioni di prudenza, non possono tornare a casa, sia le persone in isolamento che non hanno la possibilità di mantenere effettive distanze in casa dai familiari. Solitamente l’Hotel Royal, solitamente ospita ragazzi e famiglie per le vacanze: “ora – spiega una nota della Papa Giovanni XXIII – alla luce dell’emergenza dettata dall’infezione è stato riconvertito in un ospedale da campo. Gli ospiti alloggeranno da soli in una camera con bagno e non avranno contatti diretti con gli operatori; gli ambienti saranno igienizzati e i materiali sanificati seguendo le stesse procedure previste per un ospedale”.
Quello avviato dalla Comunità fondata da don Benzi è un modello sperimentale, previsto nel recente decreto ‘Cura Italia’ e vede la luce sulla scorta di un protocollo messo a punto dall’Asl e dalla Comunità Papa Giovanni XXIII, in collaborazione con la Protezione Civile e la supervisione della Prefettura, allo scopo di alleggerire il carico degli ospedali della provincia di Rimini. “E’ un modello che mi auguro possa essere replicato in altre parti d’Italia – spiega Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Papa Giovanni XXIII – è il tempo della responsabilità”.

News Correlate