A Bologna siglato accordo per promuovere fruizione dei musei civici

Il 22 luglio a Bologna è stato siglato un importante accordo tra Istituzione Bologna Musei e Gruppo Monti Salute Più. Si avvia così un sodalizio molto importante, specie in questo difficile momento storico, volto a garantire la promozione del settore dei beni culturali e la valorizzazione del patrimonio museale civico; il tutto con l’obiettivo di assicurare la più ampia diffusione della conoscenza dello stesso a livello regionale, nazionale ed internazionale.

In particolare, l’intesa – firmata da Maurizio Ferretti, direttore Istituzione Bologna Musei e dal Federico Monti, presidente Gruppo Monti Salute Più – prevede che il Gruppo Monti Salute Più venga annoverato come Partner e Sponsor per il finanziamento di alcuni progetti condivisi dall’Istituzione Bologna Musei.

“È un risultato molto importante quello di questa mattina, – sottolinea Antonio Monti, direttore scientifico Gruppo Monti Salute Più – che impone a tutti noi la massima responsabilità operativa e divulgativa, specie in un periodo in cui anche la cultura ha risentito notevolmente della crisi economica determinata dagli effetti del Coronavirus. Premesso che il Gruppo Monti rappresenta una realtà profondamente legata alla città di Bologna, in occasione dei 50 anni di attività, abbiamo voluto rafforzare questo legame, creando una collaborazione e un sostegno all’attività di un’importante e rappresentativa Istituzione pubblica e alla promozione della cultura cittadina. Nello specifico, il Gruppo Monti si impegna a collaborare con Bologna Musei per la valorizzazione della rete delle strutture museali attraverso una serie di azioni ed eventi ideati per promuovere la fruizione dei musei e della cultura a Bologna”.

Se da una parte quindi il Gruppo Monti Salute Più si impegnerà in azioni di valorizzazione dei tesori delle collezioni permanenti dei musei civici, reciprocamente l’Istituzione assicurerà al Gruppo una visibilità trasversale nelle sue sedi attraverso eventi e promozioni.

A parere del Matteo Lepore, Assessore alla Cultura e Promozione della città del Comune di Bologna “è significativo che il Gruppo Monti Salute Più decida di investire in cultura attraverso un accordo che coinvolge i nostri musei civici in una serie di attività di partnership, sia per allargare la partecipazione dei residenti dell’area metropolitana alle attività museali sia per promuovere una sempre maggiore conoscenza di ciò che il nostro territorio offre a livello culturale. Dopo la pausa obbligata del periodo Covid-19 tutte le attività culturali sono ripartite e, nel rispetto delle misure di sicurezza, incontrano una bella risposta da parte delle cittadine e dei cittadini”.

Parole di soddisfazione anche quelle espresse da Roberto Grandi, presidente Istituzione Bologna Musei, alla quale fanno capo i musei MAMbo – Museo d’Arte moderna di Bologna, Museo Morandi, Casa Morandi, Villa delle Rose, Museo per la Memoria di Ustica, Museo Civico Archeologico, Museo Civico Medievale, Collezioni Comunali d’Arte, Museo Civico d’Arte Industriale e Galleria Davia Bargellini, Museo del Tessuto e della Tappezzeria ‘Vittorio Zironi’, Museo del Patrimonio Industriale, Museo civico del Risorgimento, Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, Certosa di Bologna .
“È particolarmente importante in questo periodo di lenta ripresa delle iniziative culturali dare segnali forti ed efficaci attraverso accordi di vera e propria partnership che abbiano un valore strategico e di lungo periodo per la nostra comunità. Gli anniversari sono sempre momenti in cui si fanno bilanci – afferma Grandi – ma soprattutto, come nel caso dei 50 anni del Gruppo Monti, si progetta il futuro. È infatti con questo sguardo rivolto al futuro che abbiamo siglato un accordo per una collaborazione ampia a progetti che coinvolgono sia i visitatori dei musei civici sia i fruitori dei servizi del Gruppo Monti Salute Più per valorizzare e promuovere una più ampia partecipazione alle tante iniziative che si tengono nei nostri musei. Il rapporto del Gruppo Monti con i musei civici di Bologna siglato oggi ha d’altra parte un antecedente nella sponsorizzazione del gruppo alla importante iniziativa Archeopolis promossa dal nostro Museo Civico Archeologico”.

News Correlate