Polizia di Frontiera ferma gruppo all’Aeroporto Marconi: volevano andare in Tunisia

Una decina di turisti provenienti da Rimini, tutti con biglietto aereo per raggiungere la Tunisia per una vacanza, sono stati denunciati per violazione del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri per limitare il contagio da coronavirus. Il gruppo è stato fermato dalla Polizia di Frontiera all’Aeroporto Marconi di Bologna. I turisti, che avevano lasciato il loro territorio inserito nelle 5 ‘zone chiuse’ dell’Emilia-Romagna sono stati denunciati e invitati a fare ritorno a casa.

In questa situazione di emergenza, sono state messe in atto misure di sorveglianza anche all’Aeroporto Marconi che, benché si trovi a Bologna, serve comunque tutto il territorio regionale e non solo.
Sono stati predisposti controlli, da parte degli agenti, sulle residenze di provenienza dei viaggiatori e possono partire solo coloro che, con un’autocertificazione, dimostrano che le ragioni del viaggio sono quelle consentite dal decreto.

News Correlate