lunedì, 17 Gennaio 2022

Motor Valley Fest 2022,  annunciate a Expo Dubai le date della 4^ edizione

Arriva direttamente da Expo Dubai la data della 4^ edizione del Motor Valley Fest, festival a cielo aperto della Terra dei Motori dell’Emilia Romagna, che eccezionalmente quest’anno sarà in concomitanza con Autopromotec, la Biennale Internazionale delle Attrezzature e del Postvendita Automobilistico, vero e proprio riferimento in tutto il mondo dell’aftermarket automotive, conosciuta anche per la massima espressione della qualità degli pneumatici, attrezzature, ricambi e car service a livello internazionale.
Un doppio appuntamento di appeal internazionale, volto a creare un filo diretto tra due filiere di rilievo che si incontreranno coinvolgendo dal vivo tantissimi appassionati e addetti ai lavori provenienti da ogni parte del mondo nella terra dei motori: l’Emilia-Romagna.
Ad annunciare l’evento, il presidente della Regione Stefano Bonaccini, in occasione della round table ‘The secret ingredient to create a supercar’ alla presenza dei rappresentanti delle case automobilistiche e motociclistiche della Motor Valley svoltasi allo Sky View Hotel Downtown di Dubai.
“Un appuntamento straordinario- ha affermato il presidente Bonaccini- in grado di richiamare in Emilia-Romagna visitatori e appassionati dall’Italia e da ogni Paese. Sapremo accoglierli nel massimo della sicurezza e del rispetto delle regole, forti del patrimonio mondiale che rappresenta la nostra Motor Valley, unica a livello internazionale, con case motoristiche e marchi che hanno fatto la storia. Insieme a strutture ricettive, circuiti, musei, collezioni private, artigiani capaci di restaurare ogni modello e imprese campioni di progettazione e design, luoghi produttivi che sono essi stessi patrimonio di conoscenze che possono essere visitati. La velocità ma anche l’attenzione alla sostenibilità, con lo sviluppo di motori e modelli non inquinanti ma allo stesso tempo dalle grandi prestazioni. Oltre alla cultura, le Città d’arte e le eccellenze agroalimentari. Un patrimonio complessivo col quale stiamo conquistando l’Esposizione universale di Dubai: anche per questo è stato importante annunciare da qui, da Expo, le date del Motor Valley Fest. Sempre di più un appuntamento fisso e imperdibile nel calendario turistico nazionale e internazionale”.
Confermata la formula del ‘Fest’, che prevede esposizioni di vetture dei brand della Motor Valley, incontri tematici, parate, esibizioni di vetture da competizione e il format Innovation & Talents, l’area di networking dedicata ai talenti, alle start up e al mondo universitario, per l’orientamento professionale nel settore automotive che andrà ad arricchirsi di appuntamenti continui rivolti agli addetti ai settori dell’intero sistema automotive italiano.
L’appuntamento sarà un veicolo di promozione proprio del Made in Italy e sarà parte della campagna di comunicazione nata dall’accordo tra Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ice Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, la Regione Emilia-Romagna e Apt Servizi Emilia Romagna, per la valorizzazione internazionale del comparto automotive italiano.
A fare da cornice al Motor Valley Fest, ancora una volta sarà la Città di Modena, Patrimonio UNESCO.
“Il Motor Valley Fest non si è mai fermato – ha detto il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli- e quest’estate siamo ripartiti con la manifestazione anche in presenza, un segnale di ripresa per tutto il territorio dopo le difficoltà causate dall’emergenza sanitaria. Per il prossimo maggio ci stiamo già preparando: ospiteremo a Modena, che è la capitale della Motor Valley, turisti e appassionati da tutto il mondo per ammirare le più belle auto del passato, del presente e del futuro, grazie agli approfondimenti internazionali dedicati alla tecnologia e all’innovazione, con al centro le strategie per una mobilità sostenibile (con l’elettrico e con l’idrogeno), le prospettive della guida autonoma e assistita e le tante opportunità proposte ai giovani dalle aziende del settore. Senza dimenticare i musei, le mostre, la ricchezza del patrimonio storico e artistico, con il Duomo romanico nel cuore del sito Unesco di piazza Grande, le prelibatezze della cucina e dei prodotti tipici, le suggestioni culturali che offre Modena, dichiarata quest’anno città creativa Unesco per le Media arts”.  www.aptservizi.com

News Correlate