sabato, 12 Giugno 2021

Shuttle Italy Airport torna a collegare lo scalo di Bologna e la Romagna

Da lunedì 7 giugno si torna a 8 coppie quotidiane di collegamento tra l’Aeroporto di Bologna e la Romagna. Dopo l’anno orribile segnato dalla pandemia, si apre un nuovo capitolo per la vita di Shuttle Italy Airport, unica linea bus autorizzata che collega l’aeroporto felsineo con la Romagna. Da lunedì 7 giugno il servizio ritornerà a pieno regime con 8 coppie di corse quotidiane a/r e con orari definiti in modo da coprire i principali arrivi o partenze – nazionali e internazionali – dei viaggiatori.
I mezzi impiegati, oltre che di nuova generazione, sono rigorosamente allineati alle prescrizioni in materia di sicurezza e salute.
Nell’esercizio 2019 l’Aeroporto di Bologna ha registrato un totale di 9.405.920 passeggeri, compresi i transiti e l’Aviazione generale, nuovo record di traffico, in crescita del 10,6% rispetto agli 8.506.658 passeggeri del 2018, grazie all’introduzione di nuove destinazioni e al potenziamento di rotte già attive. Negli ultimi anni dall’Aeroporto sono state servite 114 destinazioni: la presenza nello scalo di alcune delle maggiori compagnie di bandiera europee insieme ad alcuni dei principali vettori low – cost e lo stretto legame con gli hub Internazionali fanno dello scalo di Bologna il quarto aeroporto in Italia per connettività mondiale.
“Dopo l’esplosione del COVID – 19 abbiamo cercato di reggere l’urto. La nostra categoria è stata relegata ai margini senza piani di sostegno specifici. Abbiamo garantito sempre e comunque il servizio perché ha raggiunto una dimensione ed una valenza fortemente pubblica. Noi offriamo mezzi sicuri e moderni e offriamo know – how di eccellenza e personale radicamento sul territorio. Siamo pronti per ripartire garantendo alti standard di qualità”, ha detto  Roberto Benedettini, amministratore unico ‘Vip Srl’.
“La ripartenza dello Shuttle verso l’aeroporto di Bologna è un’ottima notizia –ha aggiunto il presidente di Confcommercio della provincia di Rimini, Gianni Indino – un segnale di ritorno alla normalità, di voglia di viaggiare, di ripresa per tutto il turismo. Mi auguro davvero che già dalla prima corsa si possa gettare alle spalle il passato, permettendo di guardare con sempre più ottimismo al futuro di queste imprese e al settore del turismo nel suo complesso”.

News Correlate