domenica, 29 Novembre 2020

Anche il Friuli ha la sua guida Lonely Planet

“Il Friuli Venezia Giulia è una delle regioni più misteriose d’Italia ed è una terra tutta da riscoprire. A 100 km oltre la Serenissima comincia un mondo intero, da esplorare in prima persona”. Con queste parole Luigi Ferrauto racconta il Friuli nella prima guida Lonely Planet dedicata a questa regione.

“La guida è già in vendita in 1500 librerie in tutta Italia e dal 15 dicembre sarà disponibile anche nei diversi formati e-book” ha precisato Angelo Pittro, direttore commerciale e marketing di Lonely Planet Italia. 

“Il Fvg – ha aggiunto Pittro – è una regione piena di bellezza, che per originalità delle proposte non è seconda a nessuna in Italia, e può scrivere una pagina diversa per il turismo del nostro Paese, alternativo a quello che passa per Roma, Firenze, Venezia. Ha servizi di qualità, luoghi quanto più possibili intatti e persone vere: quello che cercano i viaggiatori consapevoli”.   

La guida presenta le bellezze della regione in circa 320 pagine: dalle spiagge alle piste da sci, dalle città d’arte ai borghi, passando per esperienze enogastronomiche, sportive e culturali.
L’autore ha girato in lungo e in largo il Friuli in cerca di storie da raccontare.

Ferrauto raccomanda una visita, in qualsiasi stagione dell’anno, ai quattro capoluoghi di provincia. “Trieste – scrive – è la città più periferica, ma allo stesso tempo la più europea d’Italia. Udine è elegante, giovane, sofisticata. Gorizia è città di frontiera dai tratti asburgici e la multiculturalità particolarmente viva e forte. E Pordenone si è guadagnata un’ottima fama grazie all’offerta culturale”.    

E nella sua Top 20 dei luoghi da non perdere segnala le Dolomiti friulane e le Alpi Carniche e Giulie, i vigneti del Collio, la natura del Carso, la steppa desertica dei Magredi e la Laguna di Grado e Marano. E, oltre Muggia, Aquileia, Cividale e San Daniele del Friuli, consiglia di visitare  Pesariis, paese degli orologi. 

News Correlate