A Fiumicino picco di traffico per Natale: attesi oltre 1,8 mln di passeggeri

Sono oltre 1,8 milioni i passeggeri attesi durante le festività natalizie all’aeroporto di Fiumicino, nel periodo compreso tra il 20 dicembre 2019 e il 7 gennaio 2020. Ed entrano nel vivo le partenze verso le mete vacanziere come è testimoniato dalle aerostazioni affollate. “A Natale registriamo, come consuetudine, uno dei nostri picchi di traffico dell’anno – sottolinea l’ad di AdR, Ugo de Carolis – durante le feste attendiamo oltre 1,8 milioni di passeggeri. Siamo pronti, con il nostro personale già organizzato e nello scalo considerato il migliore d’Europa per qualità dei servizi ai viaggiatori, ad accoglierli ed assisterli. È stato un anno ricco di novità e con tante nuove rotte, tra Cina, nord Africa e nord America, con una crescita di passeggeri, soprattutto extra europei, nel lungo raggio, circa 800mila in più rispetto al 2018. Il Sud America e la Cina spiccano tra le novità tra le mete preferite per le festività, accanto a quelle classiche europee o il nord America, New York e Miami in testa”.

Prevista una crescita del traffico extra-Ue (+5,1% passeggeri trasportati da inizio anno), attraverso il contributo del mercato intercontinentale (+6,2% da inizio anno) con circa 50 destinazioni di lungo raggio collegate nel periodo natalizio. In testa le classiche mete di New York, Miami, Buenos Aires, Dubai e Rio de Janeiro, a cui seguono le ultime novità del mercato cinese (+22,1% da inizio anno), grazie all’avvio di tre nuovi collegamenti verso Shenzhen, Hangzhou e Chengdu operati rispettivamente da Hainan, Air China e Sichuan Airlines. Questo sviluppo consente di rafforzare il posizionamento dell’aeroporto romano tra i leader in Europa per numero destinazioni collegate con la Greater China e per numero di compagnie aeree cinesi operanti sullo scalo.

Attesi forti sviluppi anche sul versante del traffico internazionale, dove guidano principalmente gli sviluppi verso la Russia (+22,8% da inizio anno) grazie ai collegamenti diretti con tutti gli aeroporti di Mosca, oltre ai voli su San Pietroburgo e Ekaterinburg. Confermate le crescite anche sulle principali mete natalizie con Londra, Parigi, Amsterdam, Barcellona, Madrid e Bruxelles.

News Correlate