venerdì, 25 Settembre 2020

Turismo scolastico parte importante dell’economia del territorio

È quanto è emerso da convegno organizzato da Fiavet Lazio, Provincia Roma e Roma Capitale

Si è discusso di sicurezza, garanzie e legalità nel corso del convegno organizzato dalla Fiavet Lazio con il patrocinio della Provincia di Roma dedicato ai ‘Viaggi d’istruzione e campi scuola: leggi, procedure e responsabilità nei rapporti tra scuole e fornitori di servizi turistici’.
L’incontro coordinato da Andrea Costanzo, presidente dell’Associazione laziale, ha visto la partecipazione di Patrizia Prestipino, assessore al Turismo della Provincia di Roma; Antonio Gazzellone, delegato del sindaco al Turismo di Roma Capitale; Andrea Fusco, direttore del Dipartimento Servizi per il Turismo, lo Sport e le Politiche Giovanili della Provincia di Roma.
Per Costanzo “è fondamentale incontrare i dirigenti degli Istituti scolastici, i docenti responsabili del turismo scolastico e le adv della regione per approfondire le problematiche connesse all’organizzazione dei viaggi e soggiorni per gruppi scolastici di ogni ordine e grado. I viaggi d’istruzione sono una parte importante dell’economia del territorio, affidarsi alle adv quali fornitori qualificati nell’ambito degli appalti della fornitura di servizi turistici è uno degli obiettivi che la Fiavet Lazio sta portando avanti nell’ultimo decennio”.
La Prestipino ha sottolineato “l’impegno della Provincia verso la tutela della legalità. Il turismo scolastico è un indotto per importante ma va operato in sicurezza. Mi auguro che questa sinergia tra la Fiavet Lazio, le istituzioni e il mondo della scuola si rafforzi sempre di più e che ci sia una rete consolidata di collaborazione”.
“Roma è il punto di riferimento nazionale e internazionale per tutto il turismo scolastico e l’impegno dell’amministrazione capitolina  – ha aggiunto Gazzellone – è quello di migliorare i servizi di accoglienza, di offerta culturale e museale. Dobbiamo immaginare una città che sappia offrire l’immenso patrimonio culturale e artistico rimanendo al passo con i tempi moderni.
“Oggi la sovrapposizione tra la competenza statale e quella  regionale  ha prodotto un coacervo di norme che è difficile porre a sistema – ha spiegato Federico Lucarelli, consulente legale della Fiavet – Ma il legislatore ha sempre individuato nell’adv l’unico soggetto riconosciuto affidabile. È questa l’unica ricetta per garantire al cittadino che il servizio sia di qualità e rispetti tutti i requisiti previsti dalla legge”.
“Auspichiamo un intervento radicale da parte degli Enti preposti per adeguare e definire gli aspetti assicurativi dei servizi turistici forniti dagli operatori”, ha concluso Edoardo Barni, esperto in assicurazioni sui viaggi d’istruzione.

 

News Correlate