martedì, 18 febbraio 2020

Il Maxxi compie 10 anni e apre nuova sede all’Aquila

Oltre 3,3 milioni di visitatori in 10 anni, incassi per 12,7 milioni di euro di incasso da biglietteria (+14% nel 2019), quasi 15 mila abbonamenti, la collezione passata da 235 a 531 opere, 14 allestimenti della collezione, 106 mostre. Sono solo alcuni dei numeri del Maxxi, museo delle arti e dell’architettura del XXI secolo che compie i suoi primi 10 anni e si avvia a vivere la sfida di una nuova sede nel centro storico dell’Aquila ferita dal terremoto, che sarà inaugurata il 31 marzo e aperta al pubblico dal 21 di giugno.

“Dieci anni in cui siamo stati laboratorio di creatività e di sfide, luogo non elitario, poroso alle idee e ai sentimenti degli artisti, alla ricerca”, sottolinea la presidente Giovanna Melandri.

“L’idea di dare vita a questa istituzione è stata lungimirante”, ha detto il ministro della cultura Dario Franceschini. È stato lui, appena tornato al Collegio romano nel settembre 2019 a ripristinare al museo romano i fondi che il governo giallo verde aveva tagliato. E nel milleproroghe, anticipa Melandri, ci sono fondi in più soprattutto per il 2020 per l’acquisizione delle opere.
“Continueremo a supportare il museo che ha accompagnato e accettato l’idea di aprire una sede all’Aquila e può darsi che in prospettiva al museo romano chiederemo anche altro – commenta Melandri – che per noi sono il modo migliore per festeggiare il nostro compleanno, siamo prontissimi ad accogliere altre sfide. Al ministro un ringraziamento pubblico per i fondi”.

News Correlate