mercoledì, 12 Maggio 2021

‘Palatino Plus’, nuovo percorso per svelare i siti con ausilio di realtà aumentata

‘Palatino plus’ è il nome del progetto che partirà il 28 settembre e svelerà al pubblico luoghi dell’area archeologica capitolina fino a oggi aperti in modo saltuario o percorribili solo tramite visite guidate, offrendo una lettura più approfondita grazie alla realtà aumentata.

“È una modalità innovativa, una piccola rivoluzione nell’offerta culturale”, ha detto il soprintendente Francesco Prosperetti presentando l’iniziativa.
“Con un modesto sovrapprezzo sul biglietto standard, si potranno ammirare veri e propri tesori”, ha proseguito Prosperetti sottolineando quanto sia importante diversificare gli accessi all’area, aprendo le porte a luoghi segreti che per la loro delicatezza necessitano di un numero chiuso e non possono essere visitati da milioni di persone.
Il circuito Colosseo, Foro Romano e Palatino, infatti, nei primi mesi dell’anno ha registrato un incremento di oltre il 6% dei visitatori (passando da 3.110.413 del semestre del 2016 a 3.485.243 del I semestre 2017), tanto da far ipotizzare il traguardo record di 7 milioni di presenze entro dicembre.
Il biglietto supplementare avrà la durata di 2 giorni, anche perché, all’infuori della domenica, i monumenti, tra Palatino e Foro, non potranno essere aperti tutti contemporaneamente, ma rispetteranno un precisa diversificazione di calendario.
“Ormai abbiamo superato il periodo pionieristico nell’uso delle tecnologie applicate all’arte – ha detto Stefano Borghini della Karmachina, società che ha ideato le immagini di realtà aumentata – in grado, senza sovrapporsi al reale, di offrire un’informazione scientifica corretta, mai urlata”. Grazie alle suggestive riproduzioni che si avvicendano sulle millenarie pareti mettendo in risalto la decorazione architettonica e quella pittorica, torna la vera dimensione di quei luoghi, al momento apprezzati per ciò che rappresentano solo da un numero limitato di visitatori.

News Correlate