domenica, 26 Maggio 2024

Raccontare Roma attraverso le note dell’Opera Lirica

Un progetto digitale per avvicinare l’Opera lirica al grande pubblico e soprattutto ai giovani. E per raccontare a turisti e romani alcuni dei luoghi simbolo di Roma attraverso il filtro del bel canto. È l’obiettivo di ‘Arie di Roma’, piattaforma web doppia lingua, italiano e inglese, che sarà lanciata martedì 23 aprile 2024 durante un concerto di musica lirica nella cornice del Teatro Torlonia di Roma. Al suo interno trovano spazio le rappresentazioni di alcune delle arie più straordinarie della storia, tratte da opere leggendarie come Norma, Tosca, Un ballo in maschera, La clemenza di Tito, Don Pasquale e Semiramide.

Al percorso musicale si affianca il racconto di Roma, le cui vicende sono in qualche modo collegate alle opere presenti nella piattaforma. Il tutto impreziosito dallo storytelling video del Direttore artistico del progetto Enrico Stinchelli, volto noto della lirica in Italia e storico conduttore di Rai Radio 3: commenti e retroscena, come quello dei fischi nei confronti di Maria Callas al Teatro dell’Opera nel 1958, che aiutano a comprendere l’opera e a inquadrarne il contesto.

“Troppo spesso l’Opera viene erroneamente etichettata come elitaria o eccessivamente complessa per essere compresa dal grande pubblico – spiega il M° Enrico Stinchelli – ‘Arie di Roma’ vuole sfatare questa diceria e dimostrare come la lirica possa emozionare ed essere accessibile a tutti. Seguendo un ideale percorso, come una passeggiata attraverso le strade e le piazze di Roma – prosegue il Direttore artistico del progetto – gli utenti hanno l’opportunità di ascoltare alcune delle arie più belle scritte da autori come Mozart, Rossini, Bellini, Verdi, Donizetti e Puccini, che hanno come tema centrale la Città Eterna”.

Arie di Roma (www.ariediroma.it) offrirà l’occasione a tanti turisti, italiani e stranieri, di scoprire, sotto una nuova lente, luoghi e monumenti della Roma di ieri e di oggi, la cui storia s’intreccia con le Opere presenti all’interno della piattaforma, raccontati in una serie di video realizzati nello stile dei Reel di Instagram amati dalla Generazione Z. Fra i luoghi narrati dalla piattaforma c’è il Teatro dell’Opera inaugurato con il nome del suo fondatore “Costanzi” il 27 novembre 1880 con la messa in scena della ‘Semiramide’ di Gioachino Rossini. Oppure l’ormai scomparso Teatro Apollo, che il 17 febbraio 1859 ospitò il debutto di ‘Un ballo in maschera’. E ancora Palazzo Farnese, Castel Sant’Angelo e la chiesa di Sant’Andrea della Valle, tre scenografiche location in cui si muovono alcuni dei personaggi di Tosca.

News Correlate