giovedì, 8 Dicembre 2022

Musei Nazionali di Genova, nuova immagine coordinata per Palazzo Reale e Palazzo Spinola

Venerdì scorso il direttore Alessandra Guerrini ha presentato al pubblico il nuovo logo e la nuova identità visiva dei Musei Nazionali di Genova, un unico nome che comprende Palazzo Reale, Palazzo Spinola e la Galleria Nazionale della Liguria. Per l’occasione il Teatro del Falcone ospita, dal 18 novembre 2022 all’8 gennaio 2023, la mostra ‘Musei Nazionali di Genova’. La nuova immagine coordinata per Palazzo Reale e Palazzo Spinola, nella quale sono esposti il progetto vincitore e quelli dei finalisti al fine di raccontare al pubblico il percorso creativo delle proposte presentate. La mostra è accessibile gratuitamente fino al 20 novembre e in seguito al costo di 1 €, che comprende l’ingresso al giardino pensile.
‘Palazzo Reale di Genova’ è il nome di uno dei primi trenta musei autonomi introdotti nel 2015 con la riforma dell’allora Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. L’istituto comprende in realtà tre musei: Palazzo Reale, Palazzo Spinola e la Galleria Nazionale della Liguria, che sono collocati in due edifici, il Palazzo Reale vero e proprio e il Palazzo Spinola di Pellicceria, che ospita il secondo e il terzo. Tre musei sotto un unico nome che però ne identificava solo uno, Palazzo Reale di Genova. Due loghi e due identità visive differenti che rendevano poco accessibile e diretto il rapporto con il pubblico, i visitatori e gli studiosi. Nasce così l’identità Musei Nazionali di Genova con il quale rappresentare in modo chiaro e univoco il complesso sistema museale.
A ottobre 2021, in collaborazione con AIAP, Associazione italiana design della comunicazione visiva, la più importante associazione italiana per la promozione, tutela e crescita della professione e della cultura del progetto grafico, viene pubblicato il bando del concorso di idee, articolato in due fasi e aperto a grafici e designer singoli o organizzati in gruppo che avessero maturato negli ultimi dieci anni esperienza di visual e brand identity.
Al marchio viene affiancato un sistema ispirato agli elementi architettonici e pittorici presenti nei palazzi. Questo set di forme, pensato per evolvere nel tempo, permetterà una grande varietà di output visivi e la possibilità di sviluppare un’identità dinamica, la cui reiterazione aiuterà ad aumentare la riconoscibilità dei musei e la creazione di un universo visivo unico.

News Correlate