martedì, 25 febbraio 2020

Università Genova in programma transfrontaliero per ridurre rumori porti

L’Università di Genova prenderà parte a 4 progetti europei per ridurre i rumori portuali, con finanziamenti di oltre 800 mila euro. Il programma transfrontaliero Interreg Italia-Francia 2014-2020 ha visto un investimento di oltre 9 milioni di euro su più centri di ricerca e istituzioni.

Oggetto di studio sono la modellazione e predizione dell’impatto acustico, la tratta dei grandi porti commerciali, le misurazioni e la caratterizzazione del rumore portuale e la situazione dei piccoli porti turistici. Altri 2 progetti, nei quali Genova non è coinvolta, riguardano il rumore del traffico generato dai porti e le reazioni della popolazione esposta.
Il campo dei rumori portuali, ricorda l’università di Genova in una nota, non è ancora normato ma comporta grande disturbo alla popolazione esposta, arrivando a limitare lo sviluppo del territorio, comportando anche danni al turismo.
Per Genova rappresenta anche un modo per accrescere e consolidare le esperienze condotte durante gli anni passati dall’Università di Genova con altri progetti sempre nel contesto dell’inquinamento acustico proveniente dai porti.

News Correlate