mercoledì, 11 dicembre 2019

Arriva la pista ciclabile nel parco costiero

Spazio alle biciclette invece delle rotaie per attrarre nuovi turisti

Sarà inaugurata a luglio 2007 la pista ciclabile da S. Lorenzo al mare a Ospedaletti, appartenente al parco costiero italiano del ponente ligure. Un’operazione condotta da Area 24, con il supporto e il coordinamento della Regione Liguria, che si prefigge di valorizzare la costa e rafforzare lo sviluppo turistico, attraverso la dismissione della ferrovia. “Il recupero di questo tratto di territorio – ha detto il presidente della Regione Claudio Burlando – rappresenta un’occasione straordinaria di valorizzazione del paesaggio e di creazione di nuovi tratti di accesso al mare”. Il parco costiero ha, al momento, uno sviluppo lineare di 24 km da Ospedaletti a S. Lorenzo al Mare, anche se è già previsto il recupero dei prossimi tratti di ferrovia compresi tra San Lorenzo al Mare e Andora per 21 km e, in seguito, tra Andora e Finale Ligure per 30 km, per un totale di 75 Km. “Già con il prossimo Fir, il fondo di investimenti regionale, che verrà approvato tra qualche settimana – ha spiegato Claudio Burlando – la Giunta regionale manterrà l’impegno con Area 24 stanziando 3,6 milioni di euro. Anche le vecchie stazioni ferroviarie – ha continuato il presidente – dovranno essere valorizzate con l’inserimento al loro interno di alberghi o hotel de charme. A questo punto – ha concluso Burlando – bisognerà pensare a un’opportuna valorizzazione di marketing in grado di promuovere la pista ciclabile in tutta Europa e di attirare gli stranieri nella Riviera delle Palme e dei Fiori la cui crescita turistica negli ultimi tempi si è bloccata”. La società Area 24 ha il compito di realizzare, gestire, mantenere il parco costiero con finanziamento pubblico e attraverso i proventi derivanti dalla realizzazione di parcheggi interrati, dalle foresterie per ciclo-turisti presso le vecchie stazioni, dai punti di ristoro e dalle attività legate alla pista ciclabile. Tra i programmi della società anche la realizzazione di impianti sportivi no-cost nel parco costiero.

News Correlate