lunedì, 28 Settembre 2020

Assolombardia: prezzi hotel contenuti durante Expo

Durante i 6 mesi di Expo la tariffa media giornaliera degli alberghi lombardi si è attestata su una media del 22,7%. A svelarlo un’indagine realizzata da STR Global su un campione rappresentativo di 24.000 camere di hotel. Anche a Milano e a Monza e Brianza la tariffa media giornaliera è rimasta sotto soglia, attestandosi a un +28% per Milano e a un +23% per Monza e Brianza.

“Il successo di questa collaborazione testimonia come la grande area metropolitana di Milano sia pervasa da una volontà di lavorare insieme per un obiettivo comune, rilanciare cioè l’immagine della nostra città, la qualità delle nostre imprese e valorizzare l’intero sistema Paese grazie alla spinta propulsiva che Expo ha dato. Milano è servita da propulsore per il sistema ricettivo di tutto il territorio lombardo – afferma Michele Angelo Verna, dg Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza – Come Assolombarda ci siamo impegnati attraverso il progetto ‘Turismo per Expo’ del nostro piano strategico ‘Far Volare Milano’ anche attraverso una specifica formazione interculturale per il personale di accoglienza dei nostri hotel”.

Inoltre, lo studio evidenzia come Expo abbia contribuito all’attrattività di Milano e del territorio: rispetto allo stesso periodo del 2014 (maggio-giugno) l’occupazione delle camere in Lombardia è cresciuta del 16,2%; a Milano del 17,8% e a Monza e Brianza addirittura del 25,6%.

Expo 2015è stato un vero e proprio attivatore di turismo, attraendo visitatori che non erano mai stati a Milano e, in generale, fidelizzando i turisti, invogliandoli a tornare in Lombardia.
Gli alberghi non hanno tradito le aspettative dei visitatori. I turisti hanno premiato la qualità delle strutture, lo staff, la pulizia, la connettività e la ristorazione: in quasi il 90% dei casi la soddisfazione è stata medio-alta.

News Correlate