lunedì, 26 Luglio 2021

Torna RisorgiMarche ma accanto ai prati anche bike e escursioni 

Torna RisorgiMarche, kermesse musicale nata per sostenere le comunità colpite dal sisma del 2016, riuscita ad andare in porto anche lo scorso anno, a dispetto della pandemia. La manifestazione torna sui prati, ma ci sono anche nuovi format, come Il festival in un giorno e l’anello ciclabile, sempre all’insegna della solidarietà e della sostenibilità.
“Ci siamo ancora – dice Neri Marcorè, ideatore e direttore artistico della manifestazione – e lo faremo con un programma di qualità grazie anche alla collaborazione dei Comuni e con l’entusiasmo che già lo scorso anno ci aveva permesso di raggiungere un grandissimo apprezzamento da parte del pubblico e delle comunità locali nonostante le restrizioni legate all’emergenza sanitaria”. “Sin dalla prima edizione – aggiunge il direttore esecutivo Giambattista Tofoni – ci siamo concentrati su tre elementi chiave: solidarietà, inclusione sociale ed ecosostenibilità. RisorgiMarche è nato con l’obiettivo di creare economia per le aziende locali ed incentivare un turismo solidale nelle zone maggiormente colpite dai terremoti del 2016, aspetti che in questo 2021 implementeremo attraverso un programma articolato”.
Sarà anche un’edizione che guarda al futuro del festival, pronto a svilupparsi attraverso varie modalità: il concerto sui prati, il concerto nei borghi, il concerto escursione, l’anello ciclabile, il festival in un giorno e alcune tappe al di fuori del cratere ma sempre in linea con le finalità della manifestazione.
Ancora in evoluzione il calendario, che dal 16 luglio al 31 agosto porterà RisorgiMarche in diverse località del territorio regionale. La prima tappa, il 16 luglio, è un concerto di Raphael Gualazzi a Villa Fermani di Corridonia (Macerata). A seguire ci saranno Simona Molinari, il 22 luglio al Castello della Rancia di Tolentino, Lucio Corsi il 27 luglio a San Severino Marche. Ginevra Di Marco canterà brani di Tenco il 4 agosto a Offida, gli Extraliscio porteranno il loro punk da balera al Parco Fluviale di Monte Urano (Fermo) il 10 agosto. Bobo Rondelli, recentemente insignito della Targa Faber alla carriera, il 12 agosto a Fiuminata, nel Maceratese, presenterà ‘Cuore libero’. Il 17 agosto tappa a Monte San Martino per ‘Il Festival in un giorno’: dalle 15 il borgo, interamente pedonalizzato per l’occasione, si animerà con tre concerti l (il bandoneon di Daniele Di Bonaventura, Erica Boschiero e Cristina Donà) in altrettanti suggestivi spazi. Tutti i concerti sono pomeridiani. RisorgiMarche proporrà il 22 agosto il nuovo format dell’anello ciclabile; un percorso ad anello che intercetterà 3 spazi in cui si svolgeranno 3 concerti replicati ogni 2 ore. Oltre all’anello centrale di circa 15 chilometri con un dislivello minimo, per i più allenati ed esperti sarà possibile vivere esperienze nei circuiti  esterni grazie a proposte dei Comuni, delle associazioni locali, delle guide cicloturistiche e altre realtà locali.
Il 29 agosto sarà la volta di un concerto escursione nel territorio di Muccia. Gran finale il 31 agosto con il ritorno sui prati montani. Ma nel corso di una pandemia che ha completamente cambiato il quotidiano ed i confini della crisi, Marcorè e Tofoni hanno voluto ampliare la missione di RisorgiMarche, guardando oltre il cosiddetto cratere sismico, come nel caso di Monte Urano. E tra le novità anche l’apertura al cinema, anch’esso solidale, con la collaborazione con Furgoncinema e l’Associazione AriStoria. Come nella precedente edizione, per partecipare ai concerti di RisorgiMarche sarà necessario acquistare un biglietto, sui circuito Ciaotickets, con la possibilità di scegliere tra ‘solidale’ a 5 euro e ‘sostenitore’ a 20 euro. 

 

News Correlate