domenica, 24 Gennaio 2021

Ciaccia: aeroporti e non cattedrali nel deserto

Il viceministro contro lo studio di Unioncamere: il localismo è duro a morire

"Il localismo è duro a morire". Così il viceministro dello Sviluppo Economico, Mario Ciaccia, ha commentato lo studio di Unioncamere sul rischio chiusura di 15 aeroporti commerciali. "Un conto è difendere il localismo che ha mostrato di essere risorsa o di poterla diventare in un certo lasso di tempo con un corretto e serio piano industriale – ha detto Ciaccia – ma laddove questi fondamentali non ci sono ho paura che si vada a perpetuare un problema: da una parte un aeroporto che non è in grado di arrivare ad un equilibrio economico-finanziario, e questo significa un intervento del pubblico attento anche a non diventare aiuto di Stato, dall'altro significa recuperare risorse per fare sviluppo e crescita sul territorio".
Secondo Ciaccia "gli aeroporti non possono essere cattedrali nel deserto, alcuni assomigliano a grandi campi di calcio senza essere collegati a niente; non basta dire vogliamo la concessione, si tratta poi di rendere la struttura parte viva del sistema infrastrutturale", perché, ha concluso "un aeroporto da solo non fa sviluppo economico".

News Correlate