Fiumicino si prepara per la ripresa dei voli in piena sicurezza

Fiumicino si prepara ad affrontare la graduale ripresa dei voli e del conseguente maggiore afflusso dei passeggeri. Un iter che la società Aeroporti Di Roma sta seguendo attraverso tutta una serie di misure straordinarie, per garantire la massima sicurezza dei passeggeri e dei dipendenti aeroportuali. E’ stato avviato, già da diverse settimane, un programma di sanificazioni cicliche, sia nei terminal dell’aeroporto, sia a bordo degli aerei sui quali, per evitare assembramenti, si sale peraltro attraverso il finger, previa sanificazione degli interni e dell’aria che si respira a bordo, sanificata con filtri Hepa che catturano il 99,97% di virus e batteri, al fine di rendere l’aereo estremamente sicuro.

Per quanto riguarda l’aspetto legato all’operatività dei voli, da parte delle varie compagnie aeree operanti nello scalo romano, la ripresa, stando a quanto riferiscono fonti degli stessi vettori, si prevede “graduale e a step”, anche in relazione al flusso dei viaggiatori.

Dopo la volta di Air France, che la scorsa settimana ha avviato tre collegamenti occasionali tra Roma e Parigi, anche Alitalia con il vademecum “Volare in sicurezza”, a partire dal 2 giugno ripristinerà il collegamento non-stop fra Roma e New York; dal 3 giugno quello da Roma per Barcellona e dal 4 giugno da Roma per Madrid. Massimo priorità per Alitalia è la sicurezza: una linea guida, infatti, è consultabile sul sito ufficiale della Compagnia, con soluzioni di sicurezza adottate in coordinamento costante con le Autorità Sanitarie. Peraltro, per mantenere il distanziamento sociale Alitalia invita i viaggiatori, dove possibile, ad “effettuare il web check-in oppure ad utilizzare, i chioschi del fast check-in in aeroporto”.

Via alla ripresa dei collegamenti anche per la compagnia inglese easyJet, che ha già annunciato la ripresa dei voli in Italia a partire dal prossimo 15 giugno mentre Ryanair ha già annunciato che ripristinerà il 40% dei propri voli a partire dal 1 luglio ed in un secondo step dal 15 dello stesso mese. La decisione, ha fatto sapere la compagnia, è soggetta all’abolizione delle misure restrittive sui voli all’interno dell’Ue imposte dai governi per far fronte alla pandemia di coronavirus.

News Correlate