domenica, 28 Febbraio 2021

NH Hoteles, positivo cambio di rotta nel III trimestre

NH Hoteles ha presentato i risultati dei primi 9 mesi dell’anno che evidenziano trend positivi, con tutti i mercati che registrano nel III trimestre un aumento del RevPar su base comparabile per una crescita consolidata dell’1,7%. Il RevPAR è diminuito rispetto all’anno precedente nel I trimestre (- 1,4%) e nel II trimestre  (-0,3%), entrando in territorio positivo tra giugno e ottobre.
A livello di ricavi complessivi il Gruppo ha registrato un calo del 2,8% rispetto all’anno precedente. Il trend positivo nel tasso di occupazione delle camere nel 2013, cresciuto del 2,87%, ha compensato la caduta del prezzo medio delle camere, in questo modo il RevPAR si assesta agli stessi livelli dell’anno precedente.
Da notare che, grazie alle misure implementate per tagliare i costi, che hanno compensato la gran parte della riduzione delle vendite, l’EBITDA ricorrente su base comparabile nel III trimestre è aumentato del 7,4% rispetto all’anno precedente. Infine, la bottom line del Gruppo nei 9 mesi del 2013 è migliorata del 79,3% rispetto all’anno precedente, con una perdita netta che si restringe a 40 milioni di euro rispetto alle cifre dell’anno precedente.
L’Europa Centrale è stata di nuovo la divisione del Gruppo con la crescita più veloce, guidata da un netto incremento dell’occupazione delle camere, controbilanciato da una leggera diminuzione in media dei prezzi, dovuta in parte dell’assenza della fiera DRUPA di Dusseldorf. Quasi tutte le città tedesche hanno registrato alti livelli di occupazione delle camere, spicca la crescita del RevPAR di Monaco.
L’Italia ha registrato una sostanziale crescita dell’occupazione delle camere nei primi 9 mesi del 2013, tale da far crescere positivamente il RevPar su base annuale. La business unit si è contraddistinta per aver presentato i dati con il miglior rapporto tra costi ed efficienza all’interno del Gruppo, grazie al taglio delle spese operative del 2,5% e di affitto del 6,9%. La Spagna è riuscita a fare crescere l’EBITDA del 102% rispetto all’anno precedente. Benelux è stata la business unit che ha fatto meglio nel III trimestre del 2013, con Amsterdam che ha registrato un’ottima performance con una crescita a due cifre del RevPAR.  L’America Latina è stata la migliore area per i ricavi nei primi 9 mesi, grazie a una robusta crescita dell’occupazione delle camere (+6%) e del segmento food and beverage (+14,5%), compensando ampiamente l’impatto negativo del pesos argentino, che si sta svalutando del 20% ogni anno.

News Correlate