lunedì, 5 Dicembre 2022

Cover Genius e Ryanair offrono protezione di viaggio integrata in Italia

Cover Genius ha siglato una partnership strategica con Ryanair per offrire una protezione di viaggio completa, integrata direttamente nella prenotazione al fine di dare agli utenti un’esperienza più confortevole. Grazie all’integrazione con XCover, piattaforma di distribuzione globale di Cover Genius, i clienti Ryanair avranno la possibilità di acquistare una selezione di prodotti di protezione su misura per il loro itinerario.
Questa partnership nasce da un sondaggio realizzato sulle assicurazioni di viaggio in cui si rileva che il 30% dei viaggiatori italiani ha intenzione di abbandonare il proprio attuale partner assicurativo per i viaggi a causa dell’insoddisfazione per la copertura e per le situazioni di reclamo. Il sondaggio, condotto da Momentive.ai, e commissionato da Cover Genius ha osservato 521 viaggiatori italiani per capire meglio le loro opinioni riguardo l’assicurazione di viaggio, i loro canali preferiti per ottenerla, e la loro esperienza quando presentano un reclamo.
La maggioranza dei viaggiatori italiani (49%) preferirebbe acquistare l’assicurazione di viaggio direttamente dal proprio fornitore o agente di viaggio. Confrontando gli acquisti recenti con le preferenze di acquisto futuro per le assicurazioni di viaggio, il 69% delle persone che hanno acquistato un’assicurazione tramite il proprio operator lo farebbe di nuovo. Inoltre, i risultati mostrano che, mentre il 57% dei viaggiatori italiani ha ottenuto un’assicurazione di viaggio per proteggersi da problemi legati alla pandemia a partire da marzo 2020, più di un quarto (29%) di questi viaggiatori si è visto rifiutare le richieste di risarcimento per problemi legati alla pandemia.

“Dall’inizio di COVID-19, il tasso di adesione alla nostra rete di partner di viaggio ha visto un aumento del 647%, dimostrando l’accelerazione del bisogno di protezione – ha commentato Peter Smith, VP Strategic Partnerships – Travel per Cover Genius – Nell’ambiente odierno, le principali aziende digitali e digitalmente abilitate – siano esse compagnie aeree, OTA, compagnie di crociera o anche banche e fintech – hanno bisogno di appoggiarsi alle insurtech per realizzare una protezione su misura per i clienti, piuttosto che affidarsi alle tradizionali compagnie assicurative e ai sistemi legacy per gestire la protezione ai propri clienti in caso di necessità”.

Quando gli è stato chiesto di valutare l’esperienza per l’assistenza nel risarcimento, i clienti hanno ottenuto un NPS di -34 per tutte le fonti di assicurazione viaggi (provider/agente di viaggi, assicuratore online, assicuratore sanitario o fornitore di carte di credito). I clienti italiani in possesso di un’assicurazione gratuita tramite la propria carta di credito hanno valutato la loro esperienza con un NPS post-claims di -37, e un tempo medio di completamento di 22 giorni. L’NPS post-claims di Cover Genius si attesta a +65, il più alto punteggio tra tutte le compagnie assicurative di tutto il mondo. Lo studio ha anche mostrato una correlazione tra l’NPS e il tempo di risoluzione dei reclami, suggerendo che i reclami che prevedono pagamenti più rapidi, formulazioni più chiare della polizza, aggiornamenti di stato online, archiviazione online e senza la necessità di reinserire i dati, possono aumentare i tassi di soddisfazione. I reclami che sono stati presentati in modi meno efficienti, in particolare tramite chiamata telefonica, hanno ottenuto un NPS post-claims di -57, la valutazione più bassa a livello globale per questo metodo di reclamo.

News Correlate