venerdì, 17 Settembre 2021

Anche a Capodanno continua la crescita dei turismo estero

Le festività appena concluse confermano il trend in calo del mercato italiano già registrato ormai da parecchi mesi. Lo rivela l'analisi di Associazione Italiana Confindustria Alberghi che evidenzia un sostanziale contenimento dei prezzi medi praticati che, con un -0,17%, si attesta sostanzialmente ai valori del 2012. Il TOC registra un leggero aumento grazie alla componente straniera con un +1,23% rispetto allo stesso indice dello scorso anno.
"Si tratta di segnali troppo timidi per essere considerati come un rilancio per il nostro settore – sostiene Giorgio Palmucci, presidente dell'Associazione Italiana Confindustria Alberghi – quello che stiamo vivendo è un periodo di transizione estremamente delicato dove a volte  convivono scelte aziendali diversificate a seconda della categoria".
Nella media il segmento lusso presenta un leggero incremento dei prezzi medi praticati, che pur a fronte di un Tasso di Occupazione in leggera contrazione, ha mantenuto i rendimenti sostanzialmente stabili.
I 4 stelle, che si confermano il segmento favorito dai turisti stranieri tra cui russi, cinesi e tedeschi, di contro hanno optato per un contenimento delle tariffe (RMCO -0,81%) e sono stati premiati con un occupazione in crescita del 3% rispetto alle festività del 2012.

News Correlate