Il Gargano ospita il summit delle Guide Ambientali Escursioniste

Sono più di 300 le guide ambientali, provenienti da tutta Italia, che prenderanno parte ai lavori della XXIV Convention nazionale delle Guide Ambientali Escursioniste in programma all’Oasi del Lago Salso nel cuore del Parco nazionale del Gargano, dal 16 al 20 novembre.

A renderlo noto Stefano Pecorella, presidente del Parco Nazionale del Gargano, il quale ricorda che “la Faggeta Vetusta Depressa del Parco Nazionale del Gargano è candidata a Patrimonio Unesco”.
Durante l’appuntamento leguide firmeranno il ‘patto per il rilancio del territorio italiano’ dopo il terremoto che ha colpito borghi, persone, beni culturali ed il paesaggio.

“Un summit – evidenzia Pecorella – per confrontarci sulle grandi opportunità derivanti dal turismo ambientale, settore in crescita. Emerge sempre più la necessità di avere una figura professionale in grado di raccontare, interpretare l’ambiente, il paesaggio e gli eventi recenti ne sono una testimonianza.

Nell’Italia di oggi è sempre più importante la figura della guida ambientale escursionista in grado di interpretare le caratteristiche ambientali del nostro Paese andando oltre i beni culturali.
Tale figura professionale – prosegue – è essenziale soprattutto per i Parchi e va in questa direzione anche la Carta Europea del Turismo Sostenibile”.    

“Dopo il terremoto – afferma Stefano Spinetti, presidente nazionale Guide Ambientali Escursioniste – bisogna avviare una grande campagna di promozione per trasmettere all’estero l’immagine di un territorio italiano comunque sicuro e bello. Oggi l’Italia ha bisogno delle guide ambientali escursioniste più di prima. Nella sola Inghilterra nel 2017  saranno ben 38 milioni le persone che sceglieranno il turismo ambientale.

Se solo ne attirassimo il 10 per cento avremmo portato 3 milioni di turisti in più in Italia dalla sola Inghilterra. Il meccanismo potrebbe aiutare il nostro Paese in una fase delicata. In Puglia ci candideremo ad essere parte attiva di Casa Italia, qualora il Governo lo volesse e in alleanza con i Parchi proporremo un Patto per il Rilancio del Territorio Italiano”.

News Correlate