martedì, 26 Gennaio 2021

Vertici Fijet incontrano ministro turismo tunisino

“Il turismo è un settore vitale per l’economia di un Paese e una forza per l’occupazione”. Con queste parole Salma Elloumi Rekik, ministro del turismo e della cultura della Tunisia , ha esordito durante l’incontro all’Hotel Renaissance con i vertici della Fijet in occasione del meeting per l’assegnazione delle cariche.

“La sicurezza è una delle priorità maggiori del Governo”, ha detto il ministro che vuole fare del Paese una destinazione di primo piano nel panorama mondiale.

All’aeroporto tunisino vengono effettuati maggiori controlli su passeggeri e bagagli, dipendenti e attrezzature utilizzate per la manutenzione degli aeromobili, in particolare sui velivoli in entrata. “È un nostro impegno – ha aggiunto – che non può prescindere dalla collaborazione con i mezzi di comunicazione. La Tunisia ha fatto dei progressi enormi in questa direzione, adesso dobbiamo considerare le nuove tendenze – ha sottolineato il Salma Elloumi Rekik – perché abbiamo definito una strategia nuova per diversificare i nostri prodotti e realizzare le nuove attese dei consumatori di oggi. La contribuzione del turismo è più del 10% del prodotto nazionale della nostra economia, ha un effetto positivo su altre industrie e incrementa la integrazione regionale. Turismo e attività satellitari contribuiscono alla riduzione della povertà”.

Dopo il congresso di Mosca, il direttivo della Fijet presieduto da Tijani Haddad riunito al Marina Palace di Hammamet ha proceduto alla distribuzione delle nuove cariche e presentato il programma dell’attività del 2017. Nella commissione speciale per l’assegnazione del ‘Golden Apple Award’ è entrato il presidente nazionale della Fijet Italia Giacomo Glaviano, siciliano, componente del direttivo internazionale.

News Correlate