lunedì, 20 Maggio 2024

Open air, arriva lo strumento per potenziare la comunicazione digitale

Scambiare informazioni aggiornate in modo efficiente con i propri canali distributivi sta diventando di fondamentale importanza per le imprese del ricettivo. Esigenza particolarmente sentita da campeggi e villaggi turistici, data la complessa varietà dell’offerta che caratterizza molte strutture open air. Il Digital Asset Management aiuterà a potenziare la comunicazione digitale delle imprese del turismo all’aria aperta. In buona sostanza gli imprenditori potranno gestire e modulare l’intera gamma delle proprie comunicazioni, testi ed immagini, da un unico strumento.

Il progetto è stato presentato nel corso di un webinar organizzato da FAITA Federcamping in collaborazione con CISET-Centro Internazionale di Studi sull’Economia turistica e Jampaa, un gruppo di provider tecnologici con expertise nell’ambito dell’innovazione digitale. Il nuovo software faciliterà le imprese del turismo all’aria aperta nella raccolta e gestione, in un unico hub, delle informazioni multimediali sulla struttura e i servizi offerti (video, immagini e testi), in modo da avere contenuti sempre aggiornati e facilitarne la condivisione con i vari canali online.

“Un investimento importante, che si inserisce nel quadro delle attività che abbiamo pianificato a partire dal 2022 – spiega Alberto Granzotto, presidente FAITA-Federcamping – e che punta ad accrescere la cultura dell’innovazione nelle nostre imprese, in armonia con le indicazioni del PNRR, per renderle più competitive”.

“Si tratta di un sistema tecnologico avanzato – aggiunge Valeria Minghetti, responsabile area ricerca del CISET – che consentirà alle imprese di ottimizzare la propria comunicazione attraverso tutti i touch points di interazione con il cliente, in relazione alle diverse fasi del processo di acquisto: dai social, al sito aziendale, dai portali specializzati e travel in generale a GoogleMyBusiness, da App specializzate ai siti di recensione, e così via”.

 

Per Marco Vescovi uno dei fondatori di Jampaa, “in un contesto caratterizzato da un eccesso di informazioni e di stimoli, dove l’utente stesso diventa co-creatore di contenuti, gli strumenti attualmente a disposizione delle aziende non consentono di dominare agilmente questa complessità”.

La soluzione proposta, disegnata specificatamente per il settore del turismo e, in particolare, per l’open air, parte da una codifica di tutti gli elementi che caratterizzano la struttura ricettiva all’aria aperta e i suoi servizi. Lo scopo è quello di mettere a disposizione un software facile da usare, in grado di fornire ai vari canali distributivi informazioni multimediali costantemente aggiornate, in forma automatica oppure on demand, utili a sviluppare campagne di comunicazione e di marketing coerenti ed efficaci. Una tecnologia scalabile, a vantaggio sia delle grandi imprese che delle piccole strutture. Il prototipo del software è in corso di sviluppo e verrà reso disponibile nei prossimi mesi a tutte le imprese associate FAITA, secondo delle linee guida che verranno rese note in seguito.

News Correlate