lunedì, 8 Agosto 2022

easyJet nel 2017 aumenterà investimenti Italia

easyJet ha in programma “accelerazione degli investimenti sull’Italia nel 2017”. Lo ha annunciato Frances Ouseley, country manager per l’Italia, durante la presentazione dei risultati annuali del gruppo, che ha chiuso l’esercizio 2016 con un calo dei profitti (ante imposte), ma con un incremento del traffico passeggeri.    

“Per il prossimo anno abbiamo un piano di forte crescita in Europa, dove creeremo 900 posti di lavoro – ha detto Ouseley – in Italia ci sarà un investimento particolarmente consistente, soprattutto sulle tre basi di Milano, Venezia e Napoli, senza dimenticare gli altri aeroporti del paese”, dove anche qui la compagnia low cost britannica prevede di creare posti di lavoro.

I dettagli dell’operazione italiana verranno formalmente illustrati nel giro di due settimane, ha spiegato la manager, ricordando che nell’anno in corso il progetto più importante di easyJet in Italia ha riguardato la riallocazione degli aeroplani da Roma Fiumicino sulle 3 basi: “i risultati sono stati positivi e il traffico è cresciuto del 30% a Venezia, dell’11% a Napoli e del 3% a Milano”.      

Per quanto riguarda l’impatto della Brexit sulla compagnia inglese, Ouseley ha spiegato che “entro i primi mesi dell’anno prossimo annunceremo la costituzione di una compagnia europea per volare come oggi”. EasyJet infatti ha chiesto l’acquisizione di un certificato di operatore aereo (coa) nell’Ue, per continuare a volare come oggi nel momento in cui il Regno Unito uscirà dal mercato unico dell’aviazione.

News Correlate