mercoledì, 28 Ottobre 2020

easyJet, a terra la maggior parte della flotta dal 24 marzo

A seguito delle chiusure dei vari Paesi, delle restrizioni e dei cambiamenti ai consigli di viaggio su tutto il network, easyJet metterà a terra la maggior parte della sua flotta a partire da martedì 24 marzo.

“Continueremo ad effettuare voli di rimpatrio per i clienti e prevediamo che la maggior parte delle nostre operazioni di soccorso saranno completate entro lunedì 23 marzo. Una lista sempre aggiornata dei voli di rimpatrio che stiamo operando si trova su https://www.easyjet.com/en/policy/coronavirus-rescue-flights

Inoltre, prevediamo di continuare comunque ad operare un programma ridotto su alcune rotte. Questo coinvolgerà un massimo del 10% della capacità durante questo periodo dell’anno e riguarderà principalmente rotte da e verso il Regno Unito.

Continueremo a riconsiderare il nostro programma di volo su base settimanale per assicurarci che risponda alla domanda attuale. Invitiamo i numerosi clienti con prenotazioni già esistenti e che non intendono viaggiare, a cambiare i loro biglietti gratuitamente ora, in quanto questo ci permetterà di ottimizzare il nostro programma di voli in relazione alla domanda”, dicono dalla compagnia.

easyJet non applicherà la commissione di cambio per i clienti che vogliono spostare il loro volo, e che possono scegliere una nuova data fino al 28 febbraio 2021. I clienti saranno contattati direttamente qualora il loro volo venisse cancellato e riceveranno tutte le opzioni”.

News Correlate