sabato, 19 Giugno 2021

Oltre 3 mld di fatturato per Alitalia nel 2018: la stima di Paleari

Alitalia si avvia a chiudere il 2018 superando i 3 miliardi di fatturato. La stima è del commissario straordinario Stefano Paleari che, intervenendo al congresso nazionale della Uiltrasporti a Caserta, ha indicato il possibile superamento di questa soglia importante, che dimostra come la compagnia, in amministrazione straordinaria da poco più di un anno, stia riuscendo nella sfida di stare sul mercato.

“Entro il 2018 molto probabilmente Alitalia supererà i 3 miliardi di fatturato, tutto conquistato sul mercato”, ha spiegato Paleari. Per fare un raffronto, il dato del 2017 disponibile è quello fornito dai commissari nell’ultima audizione al Parlamento (il 17 maggio alla commissione speciale del Senato), che però parte dall’inizio dell’amministrazione straordinaria: i ricavi da maggio a dicembre 2017 ammontavano a 2,102 miliardi, segnando una tenuta rispetto all’analogo periodo del 2016 (2,106 miliardi) quando la compagnia era sotto la guida di Etihad. Solo nel primo trimestre del 2018 i ricavi totali erano pari a 597 milioni, dai 572 milioni dei primi tre mesi del 2017.

Numeri positivi in linea con quelli svelati appena qualche giorno fa, in occasione dell’inaugurazione della nuova lounge Casa Alitalia a Fiumicino, relativi ai ricavi da traffico passeggeri nei primi mesi dell’estate: a maggio la compagnia ha trasportato 1.908.311 passeggeri (+4%) registrando un aumento dei ricavi da traffico passeggeri del 7,6% rispetto al maggio 2017, primo mese dell’amministrazione straordinaria. Un aumento determinato, in particolare, dalla crescita del lungo raggio (+7,3%). E anche giugno sta andando allo stesso modo e i commissari si aspettano “gli stessi risultati”.

Alitalia inoltre è “prima in Europa per puntualità grazie alle persone che ci lavorano, alle quali servono investimenti e posizionamento strategico”, ha sottolineato ancora Paleari. Intanto, domani venerdì 15 verranno svelate a Milano le nuove divise firmate da Alberta Ferretti, per sostituire i contestati e discussi abiti rossi e verdi introdotti sotto la gestione Etihad: le nuove divise vogliono essere “un tributo anche al personale” della compagnia, ha sottolineato il commissario Luigi Gubitosi. Si attende infine a breve l’autorizzazione dell’Enac alla riapertura della scuola di volo.

News Correlate