giovedì, 25 Febbraio 2021

Gubitosi: entro il 30 aprile completeremo vendita Alitalia, no spezzatino 

“La procedura stabilita con il ministero che ci supervisiona e con il Comitato di sorveglianza parla di un 30 aprile come una data entro cui completare la procedura di individuazione dell’offerta più interessante per Alitalia”. Lo ha detto il commissario straordinario di Alitalia, Luigi Gubitosi, ai microfoni di Radio Capital notando “con piacer che vi è un forte interesse nei confronti dell’Alitalia, sicuramente superiore a qualche tempo fa”.

“Noi – ha aggiunto – al momento stiamo lavorando per vendere l’aviation block cioè tutte le attività attuali, mentre l’handling potrebbe prendere una sua via separata, come sta succedendo in molte parti del mondo. Però il resto, noi riteniamo che debba andare insieme”.

“Con i potenziali acquirenti “vi sono incontri ripetuti – aggiunge Gubitosi – A volte si creano eccessive aspettative sul singolo incontro o sul singolo soggetto. E’ evidente che queste cose sono complesse”.

Per quanto riguarda invece eventuali collaborazioni con Fs, ipotesi già smentita dal ministro Graziano Delrio, Gubitosi ha chiarito: “con le Ferrovie stiamo studiando degli interessanti progetti commerciali, di integrazione commerciale. Cioè qualcuno che da New York vuole andare a Rieti, comprerà il biglietto New York-Roma e poi il proseguimento in treno”.

Infine, a proposito della situazione contabile della compagnia, Gubitosi ha precisato: “l’Alitalia va meglio, non va bene, perché perde ancora soldi, quindi brucia ancora cassa. Perché a volte si confonde, troppo semplicisticamente, la cassa con le perdite. Detto questo, noi stiamo ancora perdendo; abbiamo ridotto la perdita in maniera importante, ma stiamo ancora perdendo. Otto mesi non bastano a sistemare una decina d’anni di problemi”, ha concluso il manager.

News Correlate