sabato, 18 Settembre 2021

Ita, via libera all’aumento di capitale da 700 mln

Ita aggiunge un nuovo tassello al percorso che la dovrà portare in poco più di due mesi e mezzo al decollo. La società che prenderà nei cieli il posto della vecchia Alitalia ha infatti varato l’aumento di capitale da 700 milioni, mettendo in cassa la dotazione finanziaria necessaria a sostenere i prossimi step, a partire dalla trattativa per l’acquisto del settore volo dalla vecchia compagnia.

Il disco verde all’aumento di capitale, che è arrivato dall’assemblea dei soci di Ita, segue l’approvazione del Piano industriale del 15 luglio scorso e il perfezionamento dell’iter di approvazione in corso da parte dell’Ue.

Si tratta di “un altro importante passo del processo che vedrà il decollo della nuova compagnia il prossimo 15 ottobre”, afferma il presidente Alfredo Altavilla, sottolineando come, con questo aumento, l’azionista pubblico (il Ministero dell’economia) confermi “la solidità del progetto in un’ottica di investitore privato”. Ora si può guardare avanti: “Il prossimo passo sarà l’avvio immediato della negoziazione con Alitalia in amministrazione straordinaria per l’acquisizione del perimetro ‘Aviation'”, dice Altavilla, auspicando che il bando di gara per la cessione del brand, che deve essere messo a punto dai commissari straordinari della vecchia Alitalia, “avvenga nei tempi più brevi possibili”.

A questo primo aumento di capitale potranno aggiungersi in futuro altre due tranche fino ad arrivare a 1,35 miliardi. La dotazione complessiva di 3 miliardi dallo Stato inizialmente prevista per Ita comunque resta, chiarisce il sottosegretario all’economia Claudio Durigon: l’indicazione è “fino a 3 miliardi”, ma in “questo momento, secondo il piano previsto dal cda, è stato previsto 1 miliardo e 350 milioni, di cui 700 milioni subito”

News Correlate