giovedì, 26 Novembre 2020

La nuova Alitalia decolla il 1 gennaio: ok assemblea aumento Etihad

La nuova Alitalia sta per prendere il volo rispettando appieno la tabella di marcia. Dopo che l’assemblea degli azionisti ha deliberato l’aumento di capitale da 378,5 milioni di euro riservato ad Etihad, che permetterà alla compagnia degli Emirati arabi di entrare con il 49% nella nuova società, nelle prossime ore, già oggi o al massimo martedì, si attende il conferimento dell’aumento. Ultimo step necessario per arrivare al closing.

L’investimento complessivo di Etihad in Alitalia si completa con altri 112,5 milioni per l’acquisizione di una quota del 75% di Alitalia Loyalty, il programma di fedeltà, e circa 60 milioni per l’acquisto di 5 coppie di slot nell’aeroporto londinese di Heathrow che verranno poi riaffittati alla compagnia italiana. 

“Stiamo lavorando in totale sintonia. Stiamo rispettando la tabella di marcia. Speriamo di chiudere entro il 23 dicembre”, ha detto l’ad della nuova compagnia Silvano Cassano uscendo dall’assemblea. “Abbiamo tempo fino al 31 dicembre. La nuova Alitalia – ha concluso – decollerà, come sempre detto, dal 1 gennaio”.   

A quel punto potrà iniziare ufficialmente la seconda vita di Alitalia, dopo la prima ‘rinascita’ dell’ex compagnia di bandiera nel 2008 con Alitalia Cai. La rotta è quella indicata già quest’estate alla firma dell’accordo con Etihad e verrà confermata nel Piano industriale cui sta lavorando il nuovo management, composto da Cassano, dal presidente Luca Cordero di Montezemolo e dal vice presidente James Hogan. L’obiettivo è il ritorno all’utile nel 2017 puntando sul lungo raggio, con più collegamenti con America Latina e Asia, potenziamento di Malpensa e Linate, una maggiore attenzione alla qualità, e rilancio del look e del brand.     

News Correlate