Ryanair non teme Antitrust né partnership Alitalia-easyJet

Ryanair è pronta a fare ricorso dopo la multa da 3 milioni inflitta dall’Antitrust per le regole sul trasporto del bagaglio a mano. “Faremo appello e crediamo che avremo successo. Una decisione della Corte di giustizia europea del 2014 ha sentenziato che il passeggero debba poter prendere con sé preziosi e indispensabile, e credo ci dia ragione, perché penso che 20 cm per 25 per 40 sia uno spazio sufficiente per l’indispensabile – ha detto David O’Brien, Chief commercial officer di Ryanair in conferenza stampa a Milano -. Ogni passeggero in ogni compagnia aerea paga per il bagaglio, semplicemente nel caso nel Ryanair noi scorporiamo ogni servizio per dare al passeggero la scelta. L’Antitrust ha detto che c’era stata sorpresa, ma è errato: abbiamo fatto una intensa campagna stampa e mandiamo email a tutti i passeggeri come memo della nuova policy dei bagagli, è impossibile dire che non fossero stati informati del cambio”.

Quindi O’Brien ha anche detto che Ryanair non teme un’eventuale partnership tra EasyJet e Alitalia. “Molti dimenticano quale sia il modello di Ryanair: noi voliamo diretti ‘point to point’. La differenza è che Alitalia, per esempio, per portarti a Copenhagen ti fa fare due viaggi”, ha aggiunto, spiegando che questo comporta uno svantaggio per i viaggiatori che avranno più voli indiretti.  “L’ultimo matrimonio con AirFrance non andò bene, ma sembra che l’unione con la Francia o con la Germania continui ad essere preferita”.

“Nel 2017- ha ricordato O’Brien – abbiamo espresso interesse ai commissari e siamo tutt’ora aperti ad una partnership. Poi abbiamo deciso che era più importante mettere i nostri passeggeri al centro e abbiamo lavorato per trovare accordi con i sindacati” ma, ha aggiunto, “siamo ancora disponibili a fare da feeder sulle rotte domestiche, anche se il nostro core business non è quello, bensì il ‘point to point’, che poi è quello che chiedono i passeggeri ed è anche il metodo più rispettoso dell’ambiente”.

Intanto oggi Ryanair ha annunciato 420 rotte in Italia per l’inverno 2020, di cui 55 nuove, per 41,2 milioni di clienti che saranno trasportati nella stagione, con un incremento del 6%. Su Milano ci saranno 100 rotte, di cui 15 nuove fra Bergamo (9) e Malpensa (6), per 13,7 milioni passeggeri complessivi, con una crescita dell’8%, mentre 5 nuovi aerei Boeing 737 Max in arrivo saranno basati a Orio al Serio.

In partiicolare, la programmazione Inverno 2019 di Ryanair a Milano Bergamo offrirà 9 nuove rotte per: Agadir (2 volte a settimana). Brema (2), Göteborg Landvetter (2). Katowice (2), Lappeenranta (2), Londra Southend (4), Marsiglia (4), Santander (2) e Sofia (giornaliero) mentre da Malpensa offrirà 6 nuove rotte per Bari (9 volte a settimana), Berlino Tegel (giornaliera), Brindisi (giornaliera), Dublino (giornaliera e a partire da luglio 2019), Madrid (giornaliera) e Manchester (5).

News Correlate