domenica, 18 Aprile 2021

Ryanair perde 850 mln e punta dito contro ritardi campagna vaccini

Ryanair Holdings si attende per l’esercizio 2020-21, chiuso il 31 marzo scorso, una perdita tra gli 800 e gli 850 milioni, al di sotto del range di 850-950 milioni comunicato in precedenza. Il risultato, si legge in una nota, è stato impattato dagli effetti della pandemia, che hanno fatto crollare i passeggeri a 27,5 milioni, dai 149 milioni del precedente esercizio.

Le restrizioni sui viaggi a Pasqua e la ritardata ripresa del traffico nel picco della stagione 2021, a causa del lento avanzamento della campagna vaccinale nella Ue, fanno prevedere un totale passeggeri nella parte bassa della forchetta di 80-120 milioni per l’esercizio 2021-22. “Mentre non è possibile (in questa fase) fornire una realistica guidance sugli utili nel 2022, non condividiamo il recente ottimismo di alcuni analisti in quanto riteniamo che il risultato per il 2022 sarà prossimo al pareggio”, afferma il vettore.

News Correlate