domenica, 16 Maggio 2021

7 eventi esteri e 220 buyer incontrati: inizia bene il 2017 per Convention Bureau

Grande successo per le attività di promo-commercializzazione a cura del Convention Bureau Italia nei primi tre mesi del 2017. Con la gestione diretta di quattro workshop in collaborazione con Enit e la partecipazione a tre eventi europei di settore, il CBI ha presentato la destinazione Italia su cinque differenti mercati, tra Europa e Stati Uniti. E con oltre 220 buyer coinvolti, raddoppia gli incontri del primo semestre 2016 nella metà del tempo.

Le importanti agevolazioni sulle quote di partecipazione dedicate ai soci del CBI hanno favorito la presenza dei principali Convention Bureux di destinazione e di importanti player, tra hotel congressuali e agenzie, ai quattro appuntamenti, garantendo quindi una rappresentanza completa e omogena del Paese. Lato buyers, gli eventi hanno visto il coinvolgimento di decision makers di importanti aziende, agenzie e associazioni internazionali.

I primi due appuntamenti, dedicati al mercato statunitense, hanno avuto luogo a New York – dove i rappresentanti di quattordici aziende italiane hanno incontrato clienti MICE basati nella Grande Mela – e nella sede dell’ambasciata italiana a Washington DC, con la partecipazione di grandi associazioni americane e non solo. In Europa, il Convention Bureau Italia ha organizzato due importanti workshop, a Londra e Bruxelles, ai quali hanno preso parte rappresentanti di oltre 70 associazioni europee e internazionali interessate a destinazioni italiane per i loro prossimi congressi. Tanto entusiasmo da parte sia dei buyer che dei supplier, a conferma che operazioni di promozione della destinazione sotto il cappello “Italia” con un format più informale rientrano in una strategia sempre più apprezzata.

Da sottolineare che i soci del Convention Bureau Italia che hanno partecipato ai quattro appuntamenti, avendo accesso ai rispettivi database, a conti fatti, hanno investito un costo di 33 euro per contatto. Importante anche il rinnovato e rafforzato rapporto con Enit che, attraverso i suoi uffici esteri, ha collaborato nell’organizzazione dei quattro eventi, che sono stati promossi sotto il cappello Convention Bureau Italia con il supporto dell’Ente.

Soddisfazione sull’andamento del primo trimestre è stata espressa da Tobia Salvadori, Sales & Marketing Manager del Convention Bureau Italia: “Nel corso del 2016 era stata forte la richiesta proveniente dai nostri Soci di organizzare attività che fossero al tempo stesso accessibili sul piano economico e fortemente orientate al business. Riteniamo che con questi workshop abbiamo centrato il bersaglio. I riscontri che stiamo ricevendo sia dai buyer che dagli operatori italiano che hanno partecipato sono tutti molto positivi. In più, la collaborazione con gli uffici esteri di ENIT è stata efficace e, siamo convinti, lo sarà sempre di più in futuro.”

 

News Correlate