domenica, 17 Gennaio 2021

CLIA Europe sostiene obiettivi Presidenza italiana dell’Ue

CLIA Europe accoglie gli obiettivi annunciati dalla Presidenza italiana del Consiglio dell’Ue. Tra le priorità elencate da Matteo Renzi, presidente del Consiglio, un ruolo fondamentale lo occupano la crescita e la creazione di posti di lavoro, con attenzione al turismo quale ‘fattore chiave per la crescita in Europa’.
Il programma della Presidenza italiana riporta quanto segue: “La Presidenza italiana manterrà l’attenzione sull’Agenda marina e marittima per la crescita e l’occupazione […] Per quanto riguarda l’occupazione, sosterrà azioni che portino alla crescita sostenibile del turismo costiero e marittimo, la più grande attività marittima d’Europa, essenziale per la ricchezza e il benessere delle regioni costiere e insulari”. Renzi ha affermato: “puntiamo sulla crescita come componente fondamentale della nostra politica futura. Senza crescita, l’Europa non avrà futuro”.
“In qualità di Chairman di CLIA Europe, voglio congratularmi con il premier italiano e con il suo governo per l’avvio della Presidenza italiana del Consiglio dell’Ue. Sosteniamo pienamente l’obiettivo da lui annunciato di promuovere la crescita economica e la creazione di posti di lavoro. L’industria delle crociere incide sull’economia europea in maniera decisiva, avendo generato lo scorso anno quasi 40 miliardi di Euro di contributo diretto, e avendo supportato in tutta Europa oltre 339.000 posti di lavoro. Siamo pronti a fare la nostra parte”, ha commentato Pierfrancesco Vago, presidente di CLIA Europe.
CLIA Europe appoggia l’attenzione del Governo italiano verso la promozione di un turismo sostenibile e competitivo, per rafforzare il posizionamento dell’Europa come prima destinazione al mondo.  
A tale riguardo, la revisione del Codice visti sarà un fattore decisivo per il rafforzamento del posizionamento dell’Europa, ragione per cui CLIA Europe appoggia pienamente il programma italiano. “CLIA Europe è pronta a lavorare con il Governo italiano per una rapida applicazione della revisione del Codice visti. Tale provvedimento favorirà in Europa un incremento di turisti, maggiore commercio, più investimenti e più posti di lavoro. Una politica dei visti più intelligente incoraggerà la crescita del comparto crocieristico e ci aiuterà a contribuire in misura ancora maggiore alla ripresa economica europea”, ha sottolineato Robert Ashdown, segretario generale di CLIA Europe.

 

News Correlate